Pensione e “opzione donna”

Docente – Buongiorno, sono un’insegnante di scuola primaria, nata il 23/8/1952, attualmente  con anni 61 e 4 mesi e con 37 e 4 mesi di contributi,chiedo se posso usufruire dell’opzione donna ,se affermativo, quando devo fare la domanda per poter andare in pensione il 1/9/2014. In attesa di riscontro, distinti saluti.

FP – Gentile docente,

in riferimento all’opzione donna, si chiarisce quanto segue:

le lavoratrici che accedono al pensionamento in virtù di quanto disposto dall’articolo 1, comma 9 della legge n. 243/2004, ossia che conseguono il diritto all’accesso al trattamento pensionistico di anzianità, in presenza di un’anzianità contributiva pari o superiore a 35 anni e di un’età pari o superiore a 57 anni (requisito anagrafico che  probabilmente sarà oggetto di adeguamento, agli incrementi della speranza di vita – 3 mesi) optando per la liquidazione del trattamento medesimo secondo le regole di calcolo del sistema contributivo.

Si precisa che i suddetti requisiti (età anagrafica e anzianità contributiva), devono essere posseduti entro l’anno o anni precedente all’anno della decorrenza della pensione.

Vista la sua età anagrafica e la sua anzianità contributiva, al 31/12/2013, può andare in pensione con decorrenza 01/09/2014, secondo quanto disposto dalla L. 243/2004 – “opzione donna”.

La tempistica di presentazione dell’istanza di pensionamento verrà indicata nella prossima e imminente circolare del Miur sulle pensioni.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads