Supplenze ATA: pagamento sabato e domenica e proroga del contratto

DSGA  – sono il DSGA dell’I.C  mittente  ti chiedo la cortesia di sciogliermi il seguente dubbio per il quale non sono riuscito a trovare risposta nella normativa e per il quale ho avuto differenti versioni  da colleghi: presso la scuola dell’infanzia è in servizio un collaboratore a tempo indeterminato con orario part-time di 30 ore orizzontali. Il collaboratore svolge  il suo orario dal lunedì al venerdì.  ( sabato scuola infanzia chiusa per completamento d’orario  didattico dal lunedì al venerdì). Qualora il collaboratore titolare si assenti per motivi di salute con certificato medico dal lunedì al venerdì,  il contratto per 30 ore settimanali  stipulato con il  supplente dovrà prevedere anche il sabato? anche il sabato e la domenica?

Qualora il certificato medico comprenda anche il sabato e la domenica ed il lunedì si conclude con il rientro del titolare?Se invece il titolare prosegue l’assenza per malattia con certificato dal lunedì,  al supplente viene prorogata la nomina comprendendo anche il sabato e la domenica? Grazie, un caro saluto e ti porgo, anche a nome dei  colleghi di altre scuole,  gli auguri di BUONE FESTE.

Paolo Pizzo – Gentilissimo DSGA,

per i primi due quesiti la risposta è negativa.

L’art. 60 del CCNL/2007 dispone che nell’ipotesi che il dipendente completi tutto l’orario settimanale ordinario, ha diritto al pagamento della domenica ai sensi dell’art. 2109, comma 1, del codice civile.

L’orario settimanale è di 36 ore (art. 51) che non sono state svolte dal collega.

Per il secondo quesito si premette quanto segue:

È noto come a differenza del regolamento delle supplenze per il personale docente (DM 131/2007), che prevede espressamente la proroga e la conferma della supplenza (art. 7 commi 4 e 5), il regolamento delle supplenze ATA (DM 430/2000) non prevede la “continuità didattica” e quindi non si parla mai di proroga o conferma delle supplenze brevi.

L’unica proroga prevista è quella regolata dall’art. 1, comma 7 che dispone che le supplenze temporanee fino al termine delle attività didattiche possono essere prorogate oltre tale termine, per il periodo strettamente necessario allo svolgimento delle relative attività…

C’è però da dire che il Ministero già nella nota prot. n. 7521 del 6 agosto 2010 (nota sul conferimento annuale delle supplenze) aveva previsto anche per gli ATA la proroga della supplenza se al primo periodo di assenza del titolare ne consegua un altro, o più altri, senza soluzione di continuità o interrotto da giorno festivo. In questo caso, accertata la necessità, la supplenza viene prorogata nei riguardi del medesimo supplente già in servizio, a decorrere dal giorno successivo a quello di scadenza del precedente contratto.

Tale possibilità è stata inserita anche nell’ultima nota 1878/2013 al paragrafo 3 (DISPOSIZIONI COMUNI).

Pertanto, in questi casi, indipendentemente dall’orario svolto fino al venerdì, al supplente spetterà la proroga della supplenza a partire dal sabato se il titolare si riassenterà il lunedì successivo.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads