Pensione: requisiti previsti dalla precedente normativa pensionistica

Assistente tecnico (A.T.A.) – lavoro nella scuola dal gennaio 1977 a tutt’  oggi, a tempo indeterminato. Ho fatto tredici mesi di militare, periodo 1975/1976. Ho riscattato tre mesi di contributi (dall’ 1/10/1976 al 31/12/1976) perchè il  posto era vacante dall’ inizio dell’anno scolastico 1976/1977, assunto dal primo giorno di lavoro direttamente a tempo indeterminato.

FP – Gentile collega,

la L. 214/2011 ha innalzato i requisiti previsti la pensione di vecchiaia (legata all’età) e introdotto nuovi requisiti per la pensione anticipata (legata all’anzianità contributiva).

Visto che non ha indicato la sua data di nascita, di seguito le indico la possibilità di pensionamento legata al raggiungimento del requisito per il pensionamento anticipato.

I requisiti per la pensione anticipata sono (per gli uomini):

– 2014/2015 – 42 anni 6 mesi

– 2016/2018 – 42 anni 10 mesi

Vista la sua anzianità contributiva al 31/12/2018 di 43 anni e 4 mesi, può andare in pensione con decorrenza 1/9/2018.

Ci tengo a precisare che qualora il suo anno di nascita fosse inferiore al 1952, lei rientrerebbe nella clausola di salvaguardia, prevista dalla normativa attuale, per effetto della quale potrebbe andare in pensione con i requisiti previsti dalla precedente normativa pensionistica.

Inoltre è opportuno ribadire che dal 2016 i requisiti indicati sono frutto di stime e pertanto potrebbero subire delle variazioni.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads