Se il titolare non è assente durante le vacanze al supplente spetta solo la conferma del contratto

DSGA – con riferimento alla risposta data alla docente Elisa nella newsletter del 20/12, vorrei possibilmente avere un chiarimento in merito alla sentenza del tribunale di Ragusa n. 850/2009 che recita “ne consegue che anche più periodi di assenze… vanno considerati ai fini del computo del periodo di sospensione delle lezioni…. a condizione però che si tratti di un’assenza continuativa che copra anche il periodo di sospensione delle lezioni”. L’ultima frase della sentenza è quella che mi ha fatto sorgere il dubbio che cercherò di spiegare con il seguente esempio ipotetico: Titolare docente assente per malattia fino al 23/12 quindi “guarisce” e si riammala il 7/1 successivo, ovviamente con 7 giorni di assenza prima e dopo le suddette date. In questo ipotetico caso il supplente che sostituisce il titolare va pagato durante la sospensione didattica natalizia? Grazie.

Paolo Pizzo – Gentilissimo DSGA,

la risposta è negativa.

Nel caso citato non è possibile il pagamento delle vacanze al docente supplente a meno che il titolare non copra con un certificato di malattia (anche con più certificati o altra tipologia di assenza purché non rientri formalmente in servizio nemmeno un giorno) anche i giorni che vanno dal 24/12 al 6/1.

Se infatti l’assenza termina il 23/12 e riprende il 7/1 ma nel periodo che va dal 24/12 al 6/1 il titolare non è di fatto assente, non si tratta di un’assenza continuativa che copre anche il periodo di sospensione delle lezioni (condizione richiesta dall’art. 40/3 del CCNL/2007, Orientamento ARAN e sentenza citata nel quesito).

In questo caso, quindi, il 7/1, constatata la nuova assenza del titolare, al supplente andrà effettuata solo la conferma del contratto (art. 7/5 DM 131/07) con esclusione del riconoscimento giuridico ed economico delle vacanze.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads