Sostegno. 21/30 e rientrare nel doppio del numero dei posti disponibili i requisiti per superare il test preliminare

Sara – Vorrei cortesemente sapere, visto che non ho avuto risposta dalla università, se i quiz di preselezione al sostegno sono predisposti e corretti dalle singole università

Lalla – la risposta è affermativa, è previsto dal dm 30 settembre 2011 art. 6 "La prova di accesso, predisposta dalle Università, è volta a verificare, unitamente alla capacità di argomentazione e al corretto uso della lingua, il possesso da parte del candidato, di:

  • competenze didattiche diversificate in funzione del grado di scuola
  • competenze su creatività e pensiero divergente
  • competenze organizzative e giuridiche correlate al regime di autonomia delle istituzioni scolastiche.

Nel gruppo Facebook TFA Sostegno – Gruppo di studio – OrizzonteScuola ci sono alcune delle domande già proposte nei test già svolti.

Sara – e a quanti bisogna rispondere esattamente per passare alle fasi successive. Ringrazio e porgo cordiali saluti

3. Il test preliminare e’ costituito da 60 quesiti formulati con cinque opzioni di risposta, fra le quali il candidato ne deve individuare una soltanto. Almeno 20 dei predetti quesiti sono volti a verificare le competenze linguistiche e la comprensione dei testi in lingua italiana. La risposta corretta a ogni domanda vale 0,5 punti, la mancata risposta o la risposta errata vale 0 punti. Il test ha la durata di due ore.

E’ ammesso alla prova, ovvero alle prove di cui al comma 2, lettera b), un numero di candidati, che hanno conseguito una votazione non inferiore a 21/30 nella prova di cui al comma 3, pari al doppio dei posti disponibili per gli accessi. In caso di parita’ di punteggio prevale il candidato con maggiore anzianita’ di servizio di insegnamento sul sostegno nelle scuole. In caso di ulteriore parita’, ovvero nel caso di candidati che non hanno svolto il predetto servizio, prevale il candidato anagraficamente piu’ giovane.

Pertanto, bisogna riportare una votazione di almeno 21/30 nei 60 quesiti e rientrare nel doppio del numero dei posti disponibili per l’accesso.

Nel test già svolto all’Università Bicocca è accaduto infatti che per infanzia e primaria sappiamo già che rimarranno dei posti vuoti, perchè ha superato il test (cioè hanno raggiunto 21/30) un numero di candidati inferiore rispetto al numero dei posti disponibili, mentre per la secondaria alcuni candidati non hanno potuto accedere alla prova scritta pur avendo raggiunto il punteggio di 21/30 perchè si era esaurito il doppio dei posti disponibili.

Corso sostegno: esito Bicocca. Per infanzia e primaria superano il test meno candidati rispetto ai posti disponibili. Per secondaria invece restano fuori anche candidati che hanno raggiunto il punteggio minimo

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads