Congedo parentale: non bisogna rientrare in servizio prima di richiedere le ferie

Alice – Buongiorno, sono una docente di scuola primaria con contratto a tempo determinato fino al 31/08/2014. Ho avuto un bimbo a Novembre 2013 e in questo momento sono a casa in astensione obbligatoria. Ho intenzione di prolungare l’assenza godendo del congedo parentale facoltativo fino alla fine di giugno. Per non far rientrare i mesi di Luglio e Agosto nel congedo parentale sono obbligata a rientrare a scuola almeno un giorno a fine Giugno? Ci sonoaltre possibilità? Grazie.

Paolo Pizzo – gentilissima Alice,

si precisa che che Con nota prot. n. 0033950/2009 il Ministero dell’economia e delle Finanze – Dipartimento della Ragioneria  Generale  dello  Stato ha affermato:  “

appurato  il  perfezionamento  del rapporto   di  lavoro  con  la  semplice  accettazione  da  parte  del  soggetto  in  astensione obbligatoria, si ritiene che poter usufruire del congedo parentale non sia necessaria la presa di servizio. Infatti, sempre in costanza della durata del contratto di lavoro, il soggetto, al fine di ottenere i periodi dei congedo parentale, dovrà presentare la relativa domanda di norma nel rispetto  del  termine  dei  quindici  giorni  prima  della  data  di  decorrenza  del  periodo  di astensione, ciò anche a mezzo di lettera  raccomandata con avviso di ricevimento, a norma dell’art. 12, comma 7 del CCNL del 24.7.2003.”

Pertanto, da obbligatoria a facoltativa non dovrai rientrare in servizio.

Non dovrai rientrare in servizio nemmeno prima di fruire delle ferie nei mesi di luglio e agosto.

Potrai quindi fruire del congedo parentale fino al 30/6 e poi fruire delle ferie nei mesi estivi.

Ti ricordo che mentre il primo mese di congedo parentale al 100% non riduce le ferie, quello pagato al 30% (i restanti 5 mesi) le riduce.

 

Posted on by nella categoria Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads