Pensioni: dipendente collocato d’ufficio in pensione?

Scuola – In riferimento al D.M. 1058 DEL 23/12/13 e la  Nota 2855 del 23/12/13 Vi si pone il seguente quesito: Un ass. tecnico nato il 09/04/49,  al 31/12/2011 aveva 62 anni di età e una retribuzione di 33 anni,  pertanto non raggiungeva i requisiti pre -Fornero. Lo stesso dipendente alla data del 31/08/2014 avrà 65 anni e 4 mesi e una contribuzione di anni 35-  mesi 8-  gg 14. Il dipendente dovrà essere collocato d’ufficio in pensione? In attesa di un riscontro si porgono saluti.

FP – Gentile Scuola,

la normativa vigente dispone che la  cessazione d’ufficio può avvenire per:

– età anagrafica;

– anzianità contributiva.

Delle suddette due ipotesi, vista l’età anagrafica e l’anzianità contributiva, poniamo la nostra attenzione sul pensionamento d’ufficio per età.

Sono dimessi d’ufficio per età, coloro che:

1) entro il 31/8/2014 compiono 65 anni se  in possesso dei requisiti maturati entro il 31/12/2011 della normativa previgente;

2) entro il 31/8/2014 compiono 66 anni e 3 mesi non in possesso dei requisiti di cui al punto1:

3) sono stati già destinatari di trattenimento in servizio concesso fino al 31/8/2014.

Nel caso specifico, il dipendente non rientra in nessuna delle casistiche di cui sopra, pertanto non deve essere collocato d’ufficio in quiescenza.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads