Attività collegiali: il docente con orario superiore la cattedra non può superare le 40 ore di impegni collegiali

Docente – sono una docente  di scuola secondaria di I grado con contratto a TD. Avrei un quesito da porle. Ho già letto sul forum una domanda simile ma avrei bisogno del riferimento normativo. Rispetto all’orario settimanale normale delle 18 ore, svolgo 2 ore aggiuntive, per un totale di 20. In riferimento alle famose ore di attività funzionali all’insegnamento (40+40) devo fare la proporzione (come sostiene la Dirigente) e, pertanto, arrivare a 44,44? Ho letto su OS che, in realtà, non si devono superare le 40+40 ma avrei bisogno del riferimento normativo. In attesa di una risposta ringrazio anticipatamente e porgo cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissima docente,

l’argomento è stato trattato più volte nella rubrica.

Le norme sono contenute nell’art 28, c. 4 e nell’art. 29 del CCNL.

In particolare l’art. 29, c. 3 stabilisce che alle riunioni del Collegio dei docenti (compresa la programmazione, la verifica e l’informazione alle famiglie) si possono dedicare fino a 40 ore annue.

Ciò vuol dire che tali 40 ore di norma non possono essere superate dal docente, infatti un eventuale impegno individuale superiore alle 40 ore comporta il pagamento delle ore eccedenti a carico del fondo di istituto nella misura di euro 17,50 orarie, stabilita nella Tabella 5 (art. 88, c. 2, lettera “d”).

Pertanto, anche se tu avessi 24 ore (18+6) non potresti mai superare le 40 ore (a meno che le ore eccedenti le 40 non ti saranno retribuite).

Posted on by nella categoria Didattica
Versione stampabile
ads ads