Si possono assegnare compiti per il lunedì? il dibattito è aperto

Dora – ho avuto notizia di un Regio Decreto, ancora in vigore, che “vieta”  l’assegnazione di compiti per casa dal sabato per il lunedì. Potresti cortesemente darmene gli estremi? Ho provato ad effettuare una  ricerca in rete, ma non ho trovato nulla. Grazie in anticipo.

Paolo Pizzo – Gentilissima  Dora,

è la Circolare Ministeriale 14 maggio 1969, n. 177 Prot. n. 4600 – Oggetto: Riposo festivo degli alunni. Compiti scolastici da svolgere a casa ad occuparsi della questione:

“…Nell’impegno di garantire agli alunni ogni possibilità e ogni componente di sviluppo della loro personalità, la scuola non può non preoccuparsi di rendere praticamente possibile questa più ampia e varia forma extrascolastica di arricchimento culturale e formativo.

Inoltre, va considerato che nelle giornate festive e, in genere, anche nel pomeriggio del sabato, moltissime famiglie italiane, in cui entrambi i genitori svolgono un’attività lavorativa, trovano l’unica occasione di un incontro dei propri membri – innanzi tutto genitori e figli – più disteso nel tempo e, quando possibile, in ambiente diverso da quello dell’abituale dimora cittadina, più sereno nel riposo dal lavoro, di un incontro nel quale trovano alimento il rafforzarsi dei rapporti affettivi, lo scambio delle esperienze, il confronto dei comportamenti tra giovani e adulti; in una parola, si ricompone l’unità della famiglia, e questa attua la pienezza della sua essenza di primo e fondamentale nucleo sociale e della sua primaria funzione educativa.

In considerazione del duplice ordine di esigenze finora prospettate, questo Ministero è venuto nella determinazione di disporre che agli alunni delle scuole elementari e secondarie di ogni grado e tipo non vengano assegnati compiti scolastici da svolgere o preparare a casa per il giorno successivo a quello festivo, di guisa che nel predetto giorno non abbiano luogo, in linea di massima, interrogazioni degli alunni, almeno che non si tratti, ovviamente, di materia, il cui orario cada soltanto in detto giorno.”

La Circolare Ministeriale non è stata mai abrogata anche se potremmo dire che era il 1969 e ora è il 2014, con tempi che ormai sono cambiati.

A qualcuno, infatti, la motivazione che è alla base della circolare (non quindi il divieto in sé di assegnare i compiti durante il fine settimana) come lo “scambio delle esperienze”, “il confronto dei comportamenti tra giovani e adulti”; il richiamo all’unità della famiglia ecc. da poter effettuare/recuperare solo il “fine settimana” (cosa che quindi lo studio non permetterebbe) potrebbe sembrare anacronistica anche se con un’eco quasi nostalgica.

Ad altri invece possono sembrare ancora dei valori da perseguire e che rimanga quindi ben “visibile” questa circolare.

Io invece non posso resistere e quindi penso anche al fatto che dal 1969 ad oggi è cambiato e di molto il tono delle stesse circolari ministeriali (purtroppo…).

Poi c’è da considerare la prassi: alzi infatti la mano quell’insegnante che non abbia finora assegnato compiti per i lunedì.

Se però poi parliamo da un punto di vista strettamente normativo, e per adesso a quello mi attengo, non c’è dubbio che la circolare esiste e andrebbe rispettata, a meno ovviamente di un regolamento interno di istituto che predisponga diversamente.

Insomma, il dibattito è sicuramente aperto (ti ricordo anche la questione compiti per le vacanze di Natale) e sarebbe utile portarlo all’attenzione anche del collegio dei docenti.

Posted on by nella categoria Didattica
Versione stampabile
ads ads