Malattia per il personale assunto con contratto almeno fino al 30/6: qual è il periodo di comporto?

Luciana – sono un’incaricata annuale da USP (fino al 30/06/2014) presso una scuola primaria su una cattedra di sostegno. A breve dovrò subire un intervento chirurgico, puoi gentilmente dirmi l’ammontare del periodo di malattia a cui ho diritto e a che tipo di detrazioni andrò incontro? Ti prego urge risposta. Grazie mille.

Paolo Pizzo – Gentilissima Luciana,

per la tipologia di in carico in questione il personale ha diritto alla conservazione del posto per un periodo non superiore a 9 mesi in un triennio scolastico. 

Per ciascun anno scolastico, il periodo è così retribuito:

  • nel 1° mese non vi è nessuna decurtazione (retribuzione al 100%);
  • Nel 2° e 3° mese la retribuzione è corrisposta nella misura del 50%.
  • Dal 4°al 9° mese si  ha diritto alla conservazione del posto senza assegni.

I periodi retribuiti per intero o parzialmente retribuiti (i primi 3 mesi) non interrompono la maturazione dell’anzianità di servizio a tutti gli effetti.

Ai sensi dell’art. 13 della Legge 177/76 gli assegni imponibili si considerano integralmente anche se dovuti in misura ridotta. Nel caso di assenza per malattia con retribuzione ridotta la contribuzione sulla retribuzione sarà effettuata in misura intera.

I periodi senza assegni (i restanti 6 mesi) interrompono l’anzianità di servizio a tutti gli effetti (il personale non avrà riconosciuti il punteggio, i contributi ecc.).

Le decurtazioni sono effettuate dal Tesoro a seguito della comunicazione da parte della scuola.

Superato il limite dei 9 mesi si avrà la risoluzione del rapporto di lavoro (non esistono deroghe).

In via generale, ai fini della valutazione del superamento del periodo di comporto, sia esso fruito in un’unica soluzione oppure in maniera frazionata e fissato in giorni o mesi, deve tenersi conto anche dei giorni festivi o di sciopero che cadono nel periodo di malattia.

L’art. 71, primo comma, del decreto n. 112/08 convertito in legge n. 133/08 prevede che per gli eventi morbosi di durata inferiore o uguale a dieci giorni di assenza, sarà corrisposto esclusivamente il trattamento economico fondamentale con decurtazione di ogni indennità o emolumento, comunque denominati, aventi carattere fisso e continuativo, nonché di ogni altro trattamento economico accessorio.

Ai fini della decurtazione si fa riferimento ad ogni episodio di  malattia che colpisce il dipendente, anche della durata di un solo giorno, e per tutti i primi dieci giorni di ogni evento morboso.

 Le trattenute giornaliere lorde per ogni giorno di malattia fino al decimo sono le seguenti:

da 0 a 14 anni

RPD € 164,00 (164,00/30)

Decurtazione retributiva lorda giornaliera

€ 5,47

da 15 a 27 anni

RPD €  202,00 (202,00/30)

Decurtazione retributiva lorda giornaliera

€ 6,73

da 28 anni

RPD €  257,50 (257,50/30)

Decurtazione retributiva lorda giornaliera

€ 8,58

AREA B/C

C.I.A. €  64,50 (64,50/30)

Decurtazione retributiva lorda giornaliera

€ 2,15

AREA A/As

C.I.A. €  58,50 (58,50/30)

Decurtazione retributiva lorda giornaliera

€ 1,95

Posted on by nella categoria Supplenze, Assenze
Versione stampabile
ads ads