Personale ATA: Quando spetta il pagamento della domenica

Scuola – Un ‘ assistente amministrativa si assenta dal lunedi al sabato: su questo posto  viene nominata una supplente per n° 15 h( perché gia occupata per 21 ore presso  altra scuola) e il contratto lo faccio dal Lunedi’ alla domenica – perché  secondo me svolge l’orario completo di 36 ore), mentre alla seconda supplente –  che viene chiamata per sole 21 ore e non ne ha altre – il contratto lo faccio  fino a sabato o le spetta anche la domenica? Il mio dubbio viene dal fatto che  non ha svolto l’orario intero, pur lavorando per l’intera settimana. Grazie mille.

Paolo Pizzo – Gentile Scuola,

la procedura è perfetta.

La nota MIUR Prot. AOODGPER n. 13650 Roma, 18 DIC. 2013, che conferma la nostra interpretazione finora data  a tutti i quesiti in argomento, afferma:

“1) Art. 40 comma 3 (personale docente ed educativo) e art. 60 comma 2 (personale ATA)

Per effetto di tali disposizioni il dipendente che completi tutto l’orario settimanale ordinario ha diritto al pagamento della domenica ai sensi dell’art. 2109 comma 1 del Codice Civile. Inoltre, come precisato dall’ARAN, in risposta a specifico quesito, la previsione contrattuale si estende al pagamento del sabato qualora risulti giorno libero del dipendente.

Per orario ordinario deve intendersi 25 ore settimanali nella scuola dell’infanzia, 24 ore nella scuola primaria, 18 ore nella scuola secondaria, 30 ore nelle istituzioni educative, da svolgere in non meno di 5 giorni settimanali, e 36 ore per il personale ATA.

Ai fini dell’applicazione della disposizione in questione l’orario settimanale può essere stato effettuato anche in più scuole ma purché si riferisca al medesimo grado di scuole per il personale docente ed educativo e al profilo della medesima area per il personale ATA.

In caso di completamento dell’orario ordinario in più scuole il pagamento della domenica e dell’eventuale sabato libero sarà disposto dall’ultima scuola di servizio che vi darà luogo previe le necessarie notizie fornite dai dirigenti scolastici interessati e dal supplente interessato circa i precedenti servizi settimanali e le opportune verifiche della scuola medesima.”

Pertanto, il pagamento della domenica (ed eventualmente del sabato) deve essere effettuato anche se il personale completa la settimana e l’intero orario di servizio (nel caso di cui al quesito ATA per 36 ore) in più scuole.

Il personale che invece completa la settimana ma non completa l’orario di servizio (come detto 36 ore per il personale ATA) non ha diritto al pagamento della domenica.

La scuola, quindi, procede correttamente: al primo supplente spetterà il pagamento della domenica; al secondo no.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads