Prima possibilità di “uscita” rappresentata dal raggiungimento dei requisiti per la quiescenza anticipata

Annalisa – Buongiorno, sono un’insegnante nata il 18/01/1952. Per 18 giorni sono rimasta esclusa dai requisiti pre-Fornero….al 31/08/2014 maturerò 39 anni e 6 mesi di contributi. Quando potrò andare in pensione? Grazie.

FP – Gentile Annalisa,

considerati i nuovi requisiti per la pensione di vecchiaia e quelli per la pensione anticipata, previsti dalla riforma pensionistica cosiddetta “Fornero”, la sua prima possibilità di “uscita” è rappresentata dal raggiungimento dei requisiti per la quiescenza anticipata.

Di seguito si indicano i requisiti per la pensione anticipata per i prossimi anni, per le donne:

– 2014/2015 41 anni e 6 mesi

– 2016/2018 41 anni e 10 mesi

Pertanto, partendo dall’anzianità contributiva posseduta al 31/8/2014 (39 anni e 6 mesi), raggiunge al 31/12/2016 un’anzianità contributiva di 41 anni e 10 mesi, quindi può andare in pensione con decorrenza 1/9/2016.

A riguardo si precisa che:

1) nonostante venga soddisfatto il requisito nel mese di dicembre 2016 , la decorrenza per la pensione rimane 1/9/2016, in virtù di quanto disposto dall’art. 59, c.9 della L.449/97, che consente l’accesso al pensionamento all’inizio del nuovo anno scolastico (rispettivamente 1° settembre) ancorché i requisiti prescritti vengano maturati entro il 31 dicembre del medesimo anno.

2) i requisiti dal 2016 sono frutto di studi statistici e pertanto potrebbero subire delle variazioni.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads