Supplenze Primaria: quando l’assenza del titolare è superiore ai 10 giorni bisogna riscorrere la graduatoria

Daniela – Salve, il 10 gennaio sono stata chiamata dalla graduatoria 3 fascia (priorità per disponibilità supplenze brevi 1-10 gg),  per una supplenza in primaria della durata di 3 giorni. Sono stata prorogata di 10 giorni e poi di altri 5. Finisco la supplenza domani mattina, mercoledì la maestra titolare ha il giorno libero e dallo stesso giorno partirà la sua maternità. Non rientra in servizio nemmeno per un giorno Alla scuola mi hanno detto che devono riscorrere le graduatorie perchè devono vedere se c’è qualcuno libero in 2^ fascia e in 3^ tra quelli che hanno saltato perchè non avevano dato la disponibilità per supplenze brevi. Io ho letto il D.M. 131 del 2007 e, purtroppo, mi è sembrato di capire che in questo caso, in barba alla continuità, devono rinominare. Me lo conferma o mi sa dare delle indicazioni diverse? Grazie per il servizio.

Paolo Pizzo – Gentilissima Daniela,

l’art. 7 comma 7 del D.M. 131/2007 dispone che “Nelle scuole dell’infanzia e primaria, in caso di supplenze pari o inferiori a 10 giorni, si dà luogo a scorrimento prioritario assoluto della rispettiva graduatoria nei riguardi dei soli aspiranti di prima, seconda e terza fascia che abbiano fornito esplicita disponibilità all’accettazione di tale tipologia di supplenze brevi, secondo quanto previsto dal precedente articolo 5, comma 6. Nel caso di prosecuzione dell’assenza del titolare si dà luogo alle operazioni di proroga o conferma, disciplinate ai commi 4 e 5, del supplente assunto con i criteri di precedenza suesposti solo se il periodo di ulteriore assenza non è superiore a 10 giorni mentre si procede all’attribuzione della supplenza mediante il normale scorrimento delle graduatorie ove il sopravvenuto periodo di assenza ecceda tale limite”.

La nota Ministeriale prot. n. AOODGPER. 21992 del 19 novembre 2007 ha avuto modo di precisare: “La supplenza conferita in base all’art. 7 comma 7 del Regolamento D.M. 131/2007 (durata pari o inferiore a 10 giorni) può essere prorogata tante volte quanto necessario, purché le singole proroghe abbiano durata pari a quella prevista dal citato comma (fino a 10 giorni). Per durata superiore, si dovrà scorrere la normale graduatoria”.

Pertanto, dal momento che la maternità sarà sicuramente superiore ai 10 giorni la scuola dovrà riconvocare.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads