Mobilità e graduatoria interna: il trasferimento da sostegno a posto comune è considerato a domanda e interrompe la continuità anche se ottenuto nella stessa scuola

Mariella – Sono un’insegnante di scuola primaria. Fino all’anno precedente, all’interno del medesimo istituto, in cui presto servizio, ero un’insegnante di sostegno e da quest’anno ho ottenuto il trasferimento sul posto comune. Volevo sapere se nella graduatoria interna mi dovrò inserire in coda o in base al mio punteggio. Perderò la continuità all’interno dell’istituto? Spero di avere chiarimenti in merito. Grazie mille anticipatamente.

Posto di sostegno assegnato dopo il 31/12: chiarimenti per la scuola

Scuola – Ci sono state assegnate 16 ore di sostegno in proroga fino al 30 giugno 2014 ,vorrei sapere se il contratto lo devo fare con  N.11 come servizio  temporaneo fino al termine delle attività didattiche o come N.19  come supplenza per la copertura del posto disponibile dopo il 31/12. In attesa di una risposta porgo distinti saluti. Assistente amministrativo.

Graduatorie ad esaurimento 2014 17: non previsti nuovi inserimenti

Lucia – Gentile redazione di Orizzonte Scuola, sono una docente di scuola secondaria di primo grado abilitata nella classe A043 con il concorso del 1990. Per motivi familiari e di scelte professionali, poco tempo dopo il concorso mi sono trasferita all’estero e non mi sono mai iscritta alla GAE, per tale motivo non sono entrata in ruolo.

Mobilità e punteggio di continuità: l’assegnazione provvisoria interrompe la continuità

Margherita – Gentili consulenti ho già provato nel forum e nelle guide ma purtroppo non riesco a trovare la risposta.  La mia domanda é questa: una docente  di sostegno ADO2 in ruolo dal 1/09/2011 e titolare nella provincia di Roma non facendo domanda di trasferimento ma di assegnazione provvisoria perde la continuità?  Faccio un esempio:la sottoscritta lavora da 2 anni nella stessa scuola se non faccio domanda di trasferimento ed ottengo di stare dall’ as 2014/2015 nella stessa scuola,  producendo domanda di assegnazione provvisoria ed ottenendola a Napoli perderei i punti della continuità? Certa di una risposta lascio cordiali saluti.

Mobilità. La sede ottenuta con il passaggio di ruolo dal 1° settembre 2013 è definitiva

Daniela – Non riesco ad avere informazioni in merito neppure dal C.s.A.!Dopo venti anni di insegnamento nella scuola elem.statale ho avuto il passaggio di ruolo alle superiori (AO19) con decorrenza 1/9/2014, il mio quesito è: se la sede assegnata è provvisoria o definitiva e quindi devo confermarla con la prossima domanda di mobilità oppure no.

Graduatorie concorso 1999 Lazio Francese non saranno più utilizzate, sostituite da quelle del concorso 2012

Anna Maria – Sono un’insegnante precaria di francese e mi sono abilitata con il concorso del’99 per la regione Lazio. Quattordici anni in queste condizioni di precariato in continua attesa e anche in graduatoria ad esaurimento con pochi posti all’anno per il ruolo. Una vergogna, abbiamo più di quarant’anni.

Mobilità: chiarimenti per la compilazione della domanda per il perdente posto degli anni precedenti

Docente – Sono stata lo scorso anno perdente posto nella mia scuola di titolarità.  Di  conseguenza quest’anno sono titolare presso un altro circolo di un altro  comune   della provincia fra quelli indicati tra le mie preferenze nella domanda che  avevo “condizionato”! La domanda è la seguente: per rientrare con diritto di  precedenza qualora ovviamente ci fosse possibilità. ..devo indicare  nell’apposito spazio del modulo domanda la scuola di precedente titolarità!  Ma  nell’ultima pagina dove si indicano le preferenze. ..posso comunque indicare  una lista di preferenze? E nel caso in cui poi mi fosse assegnata una scuola   fra queste, qual’ora non ci fosse possibilità di rientro nella scuola di ex  titolarità, manterrei il diritto di precedenza per gli anni successivi? O non  devo indicare preferenze? Ringrazio anticipatamente in attesa di una sua risposta.

Graduatorie ad esaurimento: non sono previsti nuovi inserimenti neanche nella fascia aggiuntiva alla III

Barbara – Mi sono laureata in Scienze della Formazione Primaria nel giugno del 2011 anno di iscrizione 2008 con inserimento al terzo anno per crediti da una precedente laurea.Non sono stata avvertita da Sindacato dell’esistenza della IV fascia nel 2012 e io in quel periodo avevo appena partorito quindi non riuscivo ad aggiornarmi. Alla riapertura di quest’anno posso ancora inserirmi in IV fascia? Grazie infinite

Esclusione dalla graduatoria interna di istituto per chi assiste la madre in situazione di handicap grave

Assistente Amministrativa – Sono un Ass.Amm.va Tempo Indeterminato . Mi trovo nella seguente condizione: godo dei benefici dell’art. 33 comma 5 e 7  della legge 104/92 per mia madre handicappata. Volevo chiederLe se, sulla base delle novità riportate nell’IPOTESI di Contratto Collettivo Nazionale Integrativo concernente la mobilità del personale docente, educativo ed A.T.A. per l’a.s. 2014/2015, rientro tra i beneficiari di precedenza e di esclusione dalla graduatoria di istituto di cui: Per l’anno scolastico 2012/2013 ho fatto domanda volontaria di trasferimento per l’intero comune del domicilio dell’assistito ( mia madre ) in qualità di referente unica: in quanto mio padre impossibilitato ad assistere in via continuativa globale e permanente la propria coniuge età 80 e per le proprie patologie non permettono l’assistenza ; e mia sorella e fratello non usufruiscono di tale beneficio . Preciso che la mia sede di titolarità è ubicata nella stessa provincia del comune di residenza dell’assistita.

Riposi per allattamento per la docente che rientra a disposizione dopo il 30 aprile

Alice – Sono una docente di ruolo di scuola secondaria in maternità  obbligatoria. Riprenderò servizio dopo il 30 aprile, dunque senza carico  didattico nelle 4 classi che rimangono alla mia supplente,ma rientrando  sulle cosiddette  ‘ore di disposizioni. Vorrei sapere come nel mio caso  ci si regoli con il calcolo delle ore di riduzione per allattamento  considerando anche che parte del periodo cade tra la fine delle  attività didattiche (9 giugno) e l’inizio delle ferie estive. Mille  Grazie.

Raggiungimento del requisito per la pensione anticipata nel 2015

Erminia – desidero alcuni chiarimenti sull’istanza che scadrà il 26 c.m.  Sono un’insegnante di Scuola sec. di primo grado, nata il 7/02/1952, in servizio di ruolo dal settembre 1982. Ho riscattato 5 anni di pre-ruolo (convalidati 4 e 8 mesi) e  4 anni di università, e al dicembre del 2013 secondo i calcoli ho raggiunto i 40 anni previsti di contribuzione e servizio. La mia domanda è questa: Possiedo i requisiti per poter presentare l’istanza di pensionamento nella suddetta data, senza incorrere a penalizzazioni o passare al contributivo? Se la risposta è NO quando  sarà la per me la prima finestra utile per andare in pensione? Nell’attesa di una Vostra risposta, sentitamente ringrazio.

Congedo di maternità: il periodo di astensione ante-parto va determinato senza includere la data presunta del parto

Scuola – l’art. 16 del D.Lgs. 26/03/2001 stabilisce: è vietato adibire al lavoro le donne durante i due mesi precedenti la data presunta del parto e durante i tre mesi dopo il parto. La data del parto, dove deve essere ricompresa, nella astensione dei due mesi precedenti o in quella dopo il parto? O deve essere esclusa dai due periodi? Nel caso di esclusione del giorno del parto,  con quale dicitura registrarlo?

Pagamento del sabato e della domenica per le docenti collocate in interdizione/congedo di maternità

Scuola – una docente alla quale sono stati conferiti diversi contratti da lunedi a venerdi con il codice n17 ovvero supplenza breve con contestuale astensione obbligatoria ha diritto alla copertura del sabato e della domenica con contratto n17? Oppure il sabato e la domenica vengono coperti con contratto N18 ovvero trattamento di indennità D.L.vo 151/2001? Sicuri di una vostra collaborazione, si ringrazia e si resta in attesa.

L’interdizione per gravi complicanze interrompe il congedo parentale in godimento

Graziella – sono un insegnante di terza fascia con contratto a tempo determinato in una scuola primaria, sono in astensione facoltativa(ho partorito a settembre)  fino al 6 marzo. sono incinta all’ottava settimana il ginecologo mi ha fatto il certificato per gravidanza a rischio posso rescindere il contratto dell’astensione facoltativa e mandare il certificato alla scuola per gravidanza a rischio e mettermi in maternità?

Val la pena il PAS?

Federica – Carla Lalla, insegno da oltre 10 anni nella formazione professionale. Sono stata ammessa ai PAS per la mia materia di insegnamento ovvero classe A346 tuttavia il mio quesito è il seguente: secondo il vostro giudizio ed esperienza in merito voi mi consigliate di frequentare questo percorso? Io sono molto dubbiosa nel senso che mi rendo conto perfettamente che viene rilasciata un’abilitazione all’insegnamento tuttavia quali saranno i risultati di tutto questo sacrificio?