Il caso dei PAS Lingue Piemonte

Raffaella – Gentile redazione, mi rivolgo di nuovo a voi poiché siete gli unici a darmi risposte. I sindacati mi dicono di aspettare…cosa?Avrei dovuto frequentare i PAS (per inglese A345) in Piemonte; non sono stati attivati, mi sono rivolta alle università della Lombardia (come mi avete suggerito di fare), le quali mi hanno giustamente risposto che loro attingono alle graduatorie dell’USR, che gentilmente mi ha comunicato che la Lombardia non accetta più nessuno, essendo già i corsi saturi.

Quindi non so veramente cosa fare. Fra l’altro si parla solo di corsi non attivati per primaria e infanzia e le lingue sono state dimenticate completamente (e vorrei sapere dove sono tutti i miei colleghi nella mia stessa situazione).Spero che anche questa volta mi
sappiate consigliare il da farsi. Grazie

Lalla – gent.ma Raffaella, tra il nostro consiglio (erano i giorni in cui sembrava dovessero essere i corsisti a cercarsi un’altra Università in cui frequentare il corso qualora non venisse attivato nella propria regione) e oggi, ci sono state due novità.

La prima è un nuovo comunicato dell’USR Piemonte, del 21 gennaio 2014 in cui, a proposito delle classi di concorso di Lingue, si dice

"1. per le classi di concorso di lingua straniera (A245 – A246 – A345 – A346 – A445 – A446 – A545 – A546 – A946) e di conversazione in lingua straniera (C031 – C032 – C033 – C034);

l’Università ha comunicato la disponibilità all’attivazione a partire dal prossimo anno accademico, prevedendo una distribuzione dei candidati tra l’a. a. 2014/2015 e l’a. a. 2015/2016."

La seconda novità è la nota Miur del 29 gennaio sulla gestione dei nulla osta, che saranno necessari solo per i corsi che non potranno essere attivati solo dopo che saranno state esperite tutte le modalità indicate nel dm n. 45 del 22 novembre 2013. A questo punto bisognerà chiedersi se USR e Università abbiano già compiuto questi tentativi per i corsi di Lingue e dunque il comunicato del 21 gennaio deve intendersi in certo qual modo superato dalla nota Miur del 29 gennaio, o è da intendersi definitivo.

Pertanto, a USR e sindacati bisogna porre questo quesito e forse il consiglio dei sindacati "di attendere" potrebbe riferirsi proprio a questo. Qualora il comunicato fosse definitivo, bisognebbe capire quali altre regioni potrebbero avere dei posti per questa classe di concorso (ferma restando la tua disponibiiltà allo spostamento).

Posted on by nella categoria Diventare insegnanti
Versione stampabile
ads ads