Attività sospese per derattizzazione: obblighi dei docenti

Emilia – gradirei un suo parere sulla presente circolare: ”Si comunica al  personale in indirizzo che il giorno 03.02.14 le attività didattiche sono  sospese causa derattizzazione da parte ASL…… Il personale docente della scuola  primaria e secondaria di 1^ grado saranno in servizio presso la sede centrale …………, secondo il loro orario.”  Domanda: E’ lecito che i docenti della sede distaccata, chiusa per il motivo di cui sopra, vengano “ invitati” a prendere servizio nella sede centrale? O i docenti in virtù dell’art. 1256 c.c. non sono obbligati ad adempiere a tale “invito”? Grazie per la risposta.

Paolo Pizzo – Gentilissima Emilia,

la questione è simile a quella della chiusura di un determinato plesso dell’istituto durante le elezioni mentre restano funzionanti gli altri plessi. Inoltre un’ordinanza ministeriale del 1995 aveva previsto anche il caso di cui al quesito.

Da una scheda della UIL scuola Nazionale:

Nei plessi non individuati sede di seggio elettorale si dovrà svolgere normale attività didattica e  dunque questi edifici dovranno necessariamente rimanere aperti: docenti e personale ATA assegnati  a tali plessi dovranno recarsi a scuola regolarmente e secondo il proprio orario di servizio.

Nei plessi individuati sede di seggio elettorale ci troviamo nella fattispecie della chiusura  dell’edificio, pertanto non vi sono obblighi di servizio.

a) Ricordiamo che l’O.M. 185/1995 (art. 3, comma 30) prevede che : “Gli insegnanti a disposizione  per la temporanea chiusura dei locali della sede di servizio a causa di disinfestazione o di  consultazione elettorale non sono da considerare in soprannumero e non possono essere pertanto  utilizzati negli altri plessi del circolo o nelle sezioni staccate o scuole coordinate”.

b) Una eventuale disposizione da parte del Dirigente Scolastico, attraverso un ordine di servizio che  preveda la prestazione lavorativa di ATA, originariamente assegnati ai plessi dove non si svolgono  le elezioni, nel plesso o nei plessi in cui si svolge la normale attività didattica, può avvenire, in  relazione a conclamate esigenze di servizio, ma sempre nell’ambito di quanto previsto dalla  contrattazione di scuola, ai sensi dell’art. 6, comma 2, lettere h e m del CCNL/2007 ( flessibilità  contrattata).”

 

Posted on by nella categoria Didattica
Versione stampabile
ads ads