Docente nata il 10/09/48 che al 31/12/11 aveva 63 anni di età e 33 anni di contributi: Pensionamento d’ufficio

Scuola – Buongiorno. Si pone il seguente quesito: Una docente nata il 10/09/48 al 31/12/11 aveva 63 anni di età e 33 anni di contributi. Con i requisiti  pro Fornero la docente può essere collocata  d’ufficio per vecchiaia? (trovandosi con i requisiti 61 anni di età e 20 anni di contributi). In attesa di chiarimenti si porgono saluti.

FP – Gentile Scuola,

la normativa vigente dispone che la cessazione d’ufficio può avvenire per:

– età anagrafica;

– anzianità contributiva.

Sono dimessi d’ufficio, coloro che:

1) entro il 31/8/2014 compiono 65 anni e contemporaneamente in possesso dei requisiti maturati entro il 31/12/2011 della normativa previgente. Di seguito si indicano i requisiti “pre Fornero”:

– quota 96 (60/36 o 61/35)

– 40 anni di contributi

– pensione di vecchiaia con 65 anni di età per gli uomini e 61 anni di età per le donne con un minimo di 20 anni di contribuzione o 15 di contributi se in servizio prima del 31/12/1992;

2) entro il 31/8/2014 compiono 66 anni e 3 mesi non in possesso dei requisiti di cui al punto1;

3) sono stati già destinatari di trattenimento in servizio concesso fino al 31/8/2014;

4) raggiungono una anzianità contributiva al 31/8/2014 di 42 anni e 6 mesi per gli uomini e 41 anni e 6 mesi per le donne.

Il caso specifico rientra nella casistica individuata al punto 1.

A parere di chi scrive si tratta di pensionamento d’ufficio coatto.

Si precisa che sussiste la facoltà per il dipendente di presentare richiesta di permanenza in servizio.

Quest’ultima verrà valutata dall’Amministrazione e secondo quanto disposto dalla nota MIUR prot. 2855 del 23/12//2013 sui pensionamenti, i criteri per il trattenimento in servizio, sono determinati dalla Direttiva n. 94 del 4/12/2009.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads