Rientro dopo il 30 aprile, anche con diversa tipologia di assenza, e proroga del contratto al supplente

Docente – Ho un contratto di 18 ore in una scuola media superiore fino al 30 giugno. Da ottobre 2013 fino al 18 aprile per la riduzione per allattamento di 5 ore, sono stata sostituta in due classi. Se dal 19 aprile al 27 aprile (che è una domenica) chiedo le ferie (vacanze pasquali e ponte 25 aprile) e poi dal 28 al 30 aprile prendo 3 giorni di astensione facoltativa. Ho le condizioni per un rientro dopo il 30 aprile, per cui nelle 2 classi su menzionate deve essere riconfermato il supplente, mentre io resterei a disposizione per queste 5 ore?

Paolo Pizzo – Gentilissima docente,

dal quesito mi pare di capire che sei tu che fruisci della riduzione di orario per allattamento, quindi sei in servizio per 13 ore di lezione a fronte delle 18 (la riduzione è infatti di 5 ore).

L’art. 37 del CCNL/2007 recita:

“Al fine di garantire la continuità didattica, il personale docente che sia stato assente, con diritto alla conservazione del posto, per un periodo non inferiore a centocinquanta giorni continuativi nell’anno scolastico, ivi compresi i periodi di sospensione dell’attività didattica, e rientri in servizio dopo il 30 aprile, è impiegato nella scuola sede di servizio in supplenze o nello svolgimento di interventi didattici ed educativi integrativi e di altri compiti connessi con il funzionamento della scuola medesima. Per le medesime ragioni di continuità didattica il supplente del titolare che rientra dopo il 30 aprile è mantenuto in servizio per gli scrutini e le valutazioni finali. Il predetto periodo di centocinquanta giorni è ridotto a novanta nel caso di docenti delle classi terminali.”

Pertanto non rientrando di fatto in “servizio” per le 5 ore di riduzione fino al 30 di aprile (anche cambiando la tipologia di assenza), il supplente ti continuerà a sostituire per continuità didattica (art. 7/4 DM 131/07 prima; art. 37 dopo) per le 5 ore e fino al termine delle lezioni per poi avere una proroga anche per gli scrutini, mentre tu dal 2 maggio rimarrai a disposizione per le 5 ore.

Dovrai invece rientrare in effettivo servizio nelle classi per le 13 ore che stai attualmente svolgendo perché per queste risulterai assente solo dal 18 aprile fino al 30 e di conseguenza non ci sono i presupposti per rientrare nell’art. 37 anche per queste ore.

Posted on by nella categoria Supplenze, Maternità e Paternità, Assenze
Versione stampabile
ads ads