Permesso per concorso/esami e computo dei giorni festivi

Giusy – ricordo che è possibile chiedere a scuola giorni di permesso per concorsi,  anche se non saranno utili per il punteggio. Se il giorno in questione è un  sabato, devo considerare solo il sabato come giorno non utile per il punteggio  o anche la domenica che segue (e quindi ricominciare a contare i giorni per il  punteggio dal lunedì successivo)?  Grazie. Un caro saluto.

Paolo Pizzo – Gentilissima Giusy,

Ai sensi dell’art. 19 del CCNL/2007 al personale docente, educativo ed ATA assunto a tempo determinato sono concessi permessi non retribuiti, per la partecipazione a concorsi od esami, nel limite di otto giorni complessivi per anno scolastico, ivi compresi quelli eventualmente richiesti per il viaggio.

TaIi periodi di assenza sono senza assegni e pertanto interrompono la maturazione dell’anzianità di servizio a tutti gli effetti.

I giorni liberi o giorni festivi non possono essere ricompresi nell’assenza e quindi sono utili ai fini del punteggio se rientrano nel periodo di nomina.

Il Ministero del Tesoro – Ragioneria dello Stato – IGOP, con nota prot. 126690 del 12/05/1998 ha avuto modo di precisare che “Il sabato e la domenica debbono essere computati nel caso di permesso retribuito per matrimonio, mentre nell’ipotesi di permesso per concorso ed esami gli stessi non entreranno nel computo se non sono giorni di svolgimento delle relative prove”.

Posted on by nella categoria Supplenze, Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads