Permessi retribuiti per i docenti di religione

Scuola – Gent.mo Paolo Pizzo, ho già avuto il piacere di avere una Sua consulenza e spero di non essere inopportuna se ancora una volta chiedo un Suo intervento: Docente di Religione Cattolica scuola primaria incaricata (stabilizzata) presta servizio per h. 13 sett.li (12 lezione + 1 programm.) I giorni di permesso retribuiti che può richiedere sono comunque tre? Grazie infinite.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

L’art. 15, comma 2 del CCNL comparto Scuola prevede che il personale docente, educativo ed ATA assunto a tempo indeterminato ha diritto, a domanda, nell’anno scolastico, a tre giorni di permesso retribuito per motivi personali o familiari documentati anche mediante autocertificazione.

Sono equiparati ai dipendenti di ruolo e hanno diritto ai 3 giorni retribuiti per motivi personali o familiari previsti dall’art. 15/2 gli insegnanti di religione cattolica (IRC) incaricati stabilizzati, cioè coloro che, oltre ad essere in possesso del titolo di studio, hanno il posto orario completo (anche con l’unione di più spezzoni) e almeno quattro anni di insegnamento.

Rientrano altresì in questa categoria gli insegnanti di religione cattolica (IRC) della scuola di infanzia e primaria con una nomina di almeno 12 ore e che abbiano maturato il quadriennio di insegnamento (C.M. n. 77/1990).

Pertanto, la risposta è affermativa.

Posted on by nella categoria Supplenze, Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads