Calcolo del punteggio di servizio nelle Graduatorie di istituto

Leonardo – Salve, in merito alle supplenze prestate e valutabili per le graduatorie di istituto di terza fascia avrei i seguenti quesiti da porvi: Le frazioni di servizio inferiori o uguali a 15 giorni prestate per la stessa classe di concorso e nello stesso mese sono cumulabili fino ad ottenere una frazione mensile complessiva superiore a 15 giorni ? E le medesime frazioni di servizio prestate, invece, in mesi diversi ? Grazie

Lalla – gent.mo Leonardo, la risposta è affermativa. Si possono sommare tutti i giorni di servizio prestati nell’arco di un anno scolastico, fino a raggiungere il punteggio massimo di 12 punti nella scuola paritaria o statale.

Per questo spesso vale la pena accettare supplenze anche di un solo giorno, perchè anche quello va sommato agli altri per il conteggio totale dell’anno scolastico (non è invece possibile sommare giorni di servizio svolti in anni scolastici diversi)

Il calcolo rapido del punteggio

Nelle scuole statali o paritarie:

  •  da 16 a 45 gg. uguale p. 2;
  • da 46 a 75 gg. uguale p. 4;
  • da 76 a 105 gg. uguale p. 6;
  • da 106 a 135 gg. uguale p. 8;
  • da 136 a 165 gg. uguale p. 10;
  • da 166 gg. in poi uguale p. 12.

Nelle scuole di istruzione secondaria legalmente riconosciute o pareggiate ovvero nelle scuole elementari parificate , ovvero nelle scuole materne autorizzate il punteggio, a parità di servizio,  il punteggio è dimezzato.

Indichiamo una serie di Regole Generali, fermo restando che le tabelle di valutazione dei titoli (soprattutto per la II fascia delle Graduatorie di istituto) potranno essere riviste a ridosso dell’aggiornamento 2014/2017

Il servizio va valutato per un massimo di 6 mesi per ciascun anno scolastico e tale periodo o frazioni di tale periodo possono essere imputate dall’aspirante sia alla graduatoria corrispondente all’insegnamento prestato (con valutazione piena, 2 punti al mese) sia a tutte le altre graduatorie di III fascia in cui l’aspirante risulti incluso (con valutazione al 50%, 1 punto al mese)

Per i contratti atipici leggere attentamente la nota 19 della tabella di valutazione dei titoli: “I servizi prestati con contratti atipici, non da lavoro dipendente, ove stipulati nelle scuole non statali per insegnamenti curricolari rispetto all’ordinamento delle scuole stesse e svolti secondo le medesime modalità continuative delle corrispondenti attività di insegnamento delle scuole statali, debitamente certificati con la data di inizio e termine del servizio stesso, sono valutati per l’intero periodo, secondo i medesimi criteri previsti per i contratti di lavoro dipendente.

I servizi prestati con contratti di lavoro atipici per gli insegnamenti non curricolari, riconducibili all’area dell’ampliamento dell’offerta formativa, sono valutati, previa specifica certificazione, computando, esclusivamente, i giorni di effettiva prestazione.

Analogamente, ove effettuate con contratto atipico, sono valutate per i giorni di effettiva prestazione le altre attività di insegnamento (insegnamento di natura non curricolare)
a) nelle scuole statali, paritari, non paritarie
b)i corsi di insegnamento nel settore dell’infanzia, primario, secondario e artistico;
c) gli istituti di istruzione universitaria italiani o comunitari, riconosciuti ai fini del rilascio di titoli
aventi valore legale;
d) gli istituti superiori di educazione fisica statali e pareggiati;
e) le Accademie;
f) i Conservatori;
g) i corsi presso amministrazioni statali;
h) i corsi presso enti pubblici o da questi ultimi autorizzati e controllati.

Posted on by nella categoria Graduatorie di Istituto (docenti precari)
Versione stampabile
ads ads