Par time docenti: condizioni per richiedere più del 50% dell’orario di servizio

Assistente Amministrativo – spett.le redazione orizzontescuola, vorremmo sapere se per un docente di II grado è possibile chiedere la trasformazione del contratto di lavoro in part-time, per poter prestare 12 ore di servizio,e quindi astenersi dal servizio per le restanti 8 ore, oppure se il contratto part-time implica necessariamente l’obbligo di prestare servizio per il 50% rispetto al servizio a tempo pieno.

Lalla – gent.ma, la scadenza di presentazione delle domande di trasformazione del rapporto di lavoro è fissata al 15 marzo 2014. Si tratta di una scadenza annuale, fissata dalla circolare del O.M. n. 55 del 13/02/1998. Vale la data di assunzione a protocollo della scuola.

La domanda deve essere presentata, per il tramite del Dirigente scolastico della scuola di servizio, all’Ambito Territoriale competente. Alcuni USR e Ambiti territoriali stanno provvedendo in questi giorni alla pubblicazione delle relative domande.

Il part time dura due anni scolastici. Il contratto di variazione del rapporto di lavoro avrà decorrenza dal 1° settembre 2014. 

Per quanto riguarda l’orario, la durata minima delle prestazioni lavorative deve essere di norma pari almeno al 50% di quella a tempo pieno.

Il docente può scegliere di richiedere il part time per un orario di servizio superiore al 50%, ma in questo caso resta confermato il divieto di svolgere qualsiasi attività di lavoro subordinato o autonomo tranne quelli per cui la legge o altra fonte normativa ne prevedano esplicitamente l’autorizzazione dell’amministrazione di appartenenza a condizione che questa sia stata effettivamente rilasciata (vedi Esercizio di attività incompatibili con la funzione docente)

E’ invece consentito svolgere una seconda attività (autonoma o subordinata) a condizione che:
– l’orario di servizio non superi il 50 per cento della prestazione ordinaria;
– si comunichi entro 15 giorni al Capo d’ istituto il successivo inizio della seconda attività;
– che la prestazione aggiuntiva non comporti un conflitto di interessi con la specifica attività di servizio nell’ Amministrazione di appartenenza e non arrechi grave pregiudizio alla funzionalità della stessa.

La guida

Posted on by nella categoria Varie
Versione stampabile
ads ads