Mobilità: posto di sostegno e vincolo quinquennale. Chiarimenti.

Vincenzo – sono un insegnante della a060 presso un istituto secondario di secondo grado di Pomezia (RM).in passato ho assolto al vincolo quinquennale in qualità di insegnante di sostegno. Non mi dilungo sulle motivazioni, ma quest’anno ho deciso di ritornare sul sostegno facendo una domanda di trasferimento. il mio quesito e’ il seguente: devo assolvere nuovamente al vincolo quinquennale pur avendolo assolto in passato? ringrazio e saluto cordialmente.

Paolo Pizzo – Gentilissimo Vincenzo,

la risposta è positiva.

Si premette che l’insegnante titolare di posto speciale o di sostegno o ad indirizzo didattico differenziato che ha terminato il quinquennio di permanenza può chiedere il trasferimento tanto per posti comuni quanto per posti speciali o ad indirizzo didattico differenziato ovvero di sostegno, per accedere ai quali possegga il relativo titolo di specializzazione.

Il trasferimento ai posti di tipo speciale, ad indirizzo didattico differenziato e di sostegno comporta la permanenza per almeno un quinquennio a far data dalla decorrenza del trasferimento su tali tipologie di posti.

Pertanto, se dovessi ottenere il trasferimento da posto comune a posto di sostegno sarai nuovamente soggetto al vincolo quinquennale, a nulla rilevando che in precedenza sei stato titolare su posti di sostegno.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads