Graduatoria interna di istituto: chiarimenti sul punteggio della continuità e confermiamo il calcolo elaborato dalla segreteria

Mirna– ho 44 anni, non ho figli  e sono insegnante di Scuola primaria nell’Istituto Comprensivo di X. Sono entrata in ruolo con decorrenza giuridica dal 1/09/95 a seguito di superamento di pubblico concorso. Mi sono stati riconosciuti 4 anni di pre-ruolo. Dal 96/97 fino al 2009/10 sono stata titolare di posto di sostegno e dal 2010/11 sono titolare di posto comune SEMPRE NELLA STESSA SCUOLA E COMUNE (nel quale sono residente), inoltre  ho sempre anche insegnato inglese come specializzata. Sono in possesso dei titoli di specializzazione per il sostegno e per l’insegnamento della lingua inglese. Da quando sono passata su posto comune (DOMANDA DI MOBILITà DEL 2009/2010) mi sono stati tolti tutti i punti di continuità e sono finita in coda alla graduatoria di Istituto.

Qualcuno mi dice che questo calcolo è corretto, qualcuno afferma che tale interpretazione NON VA APPLICATA nella graduatoria interna d’istituto al fine dell’individuazione dei perdenti posto, ma solamente nella mobilità a domanda. Essendo passati 4 anni dalla mia domanda di mobilità ho ri-acquisito il diritto ad avere i 10 punti di bonus? Sono molto amareggiata, perchè mi sono ritrovata in coda a colleghi che hanno meno titoli di me e meno anni di servizio… Questi sono gli ultimi calcoli fatti dalla segreteria: 18 anni di servizio= 108 punti 4 anni pre-ruolo= 12 punti 3 anni di ruolo senza soluzione di continuità= 6 punti ricongiungimento=6 punti superamento concorso= 12 punti specializz. lingua inglese =1 punto TOT: 145 PUNTI Spero che possiate al più presto darmi delucidazioni in merito…Vi ringrazio e cordialmente porgo i miei saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissima Mirna,

ti confermo che il trasferimento dal sostegno a posto comune o viceversa interrompe la continuità di servizio nella scuola e nel comune, a nulla rilevando che tale trasferimento sia avvenuto nella stessa scuola.

Mentre è  il trasferimento tra i posti dell’organico funzionale (comune e lingua) nello stesso circolo che non interrompe la continuità di servizio.

Pertanto nessuna “interpretazione”.

Probabilmente i tuoi colleghi si riferiscono al diverso calcolo che avviene dei punti di continuità tra la domanda di trasferimento e quella della graduatoria interna di istituto:

mentre per la prima devi avere acquisito il triennio di continuità prima del quale non ti potrà essere assegnato alcun punteggio, nella graduatoria interna di istituto, invece, ai fini dell’individuazione del personale soprannumerario, la continuità si riconosce non a partire dal triennio ma per ogni anno di servizio prestato nella scuola di attuale titolarità (senza quindi il vincolo del triennio). Bastano quindi due anni di servizio ininterrotto per riconoscere un anno di continuità considerando che quello in corso non si conta. Si attribuiscono punti 2 per ogni anno entro il quinquennio e punti 3 per ogni anno oltre il quinquennio senza soluzione di continuità.

A mio avviso il calcolo fatto dalla segreteria è corretto:

gli anni di ruolo sono calcolati 6 pp. per ogni anno di sevizio e dal momento che non sei su posto di sostegno non possono essere raddoppiati: 6×18 (escluso quello in corso) punti 108.

gli anni di preruolo sono calcolati per intero (3 pp.) per i primi 4 anni e i 2/3 per i successivia: nel tuo caso 4×3 punti 12.

la continuità è calcolata 2 pp. per ogni anno fino al quinto: nel tuo caso 2 pp. per anno (2010/11-2011/12-2012/13) pp. 6.

Gli altri sono giusti.

Per i punti di bonus tale beneficio si perde quando si ottiene il trasferimento provinciale a domanda volontaria  (come nel tuo caso).

Ti invito a leggere questa scheda.

Posted on by nella categoria Mobilità, Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads