Pensione e riduzione

Michela –  Sono una collaboratrice scolastica, con causa di servizio tab. A, minima, transitata dal Comune allo Stato dal 2001. Sono nata il 30/01/1953 e alla data del 31/12/2013 ho maturato 41 anni e 2 mesi di contributi. Quando potrò andare in pensione senza penalità? Ringrazio anticipatamente per la vostra disponibilità e attendo una vostra cortese risposta. Saluti.

FP – Salve Michela,

la L. 214/2011 rappresenta, ad oggi, la normativa di riferimento per le pensioni.

Pertanto tenuto conto della sua anzianità contributiva al 31/12/2013 di 41 anni e 2 mesi, può andare in pensione con decorrenza 1/9/2014,  ma vista l’età anagrafica di 61 anni, potrebbe la misura della sua pensione subire il meccanismo della penalizzazione previsto dalla normativa, ossia:

sulla quota di trattamento relativa alle anzianità contributive maturate antecedentemente il ° gennaio 2012, è applicata una riduzione percentuale pari a 1 punto percentuale per ogni anno di anticipo nell’accesso al pensionamento rispetto all’età di 62 anni; tale percentuale annua è elevata a 2 punti percentuali per ogni anno ulteriore di anticipo rispetto a due anni. Nel caso in cui l’età al pensionamento non sia intera la riduzione percentuale è proporzionale al numero di mesi
Si precisa che, in deroga a quanto appena detto, la riduzione della pensione, per i lavoratori al di sotto dei 62 anni, non trova applicazione, limitatamente ai soggetti che maturano il previsto requisito di anzianità contributiva entro il 31/12/2017, qualora l’anzianità contributiva derivi esclusivamente da prestazione effettiva di lavoro
Pertanto non avendo chiara la sua situazione effettiva di anzianità contributiva, non si riesce ad esprimere un parere in merito alla penalizzazione

Penalizzazione non applicata in caso di pensionamento con decorrenza 1/9/2015 all’età di ben oltre i 62 anni.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads