Aspettativa per motivi personali e di studio: può farne richiesta anche il docente con contratto al 30/6

Paola – sono una docente di scuola secondaria superiore, con contratto a tempo determinato dal 3 settembre 2013 al 30 giugno 2014, per un master all’estero che sto svolgendo vorrei chiedere un’aspettativa è possibile?E se così non fosse in quali casi è possibile?Certa di una vostra risposta. Distinti Saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissima Paola,

l’aspettativa per motivi di famiglia, personali e di studio è espressamente prevista dal CCNL comparto Scuola.

L’art. 18 comma 1 recita: L’aspettativa per motivi di famiglia o personali continua ad essere regolata dagli artt. 69 e 70 del T.U. approvato con D.P.R. n. 3 del 10 gennaio 1957 e dalle leggi speciali che a tale istituto si richiamano. L’aspettativa è erogata dal dirigente scolastico al personale docente ed ATA. L’aspettativa è erogata anche ai docenti di religione cattolica di cui all’art. 3, comma 6 e 7 del D.P.R. n. 399/1988, ed al personale di cui al comma 3 dell’art. 19 del presente CCNL, limitatamente alla durata dell’incarico.

Il comma 2:

Ai sensi della predetta norma [comma 1] il dipendente può essere collocato in aspettativa anche per motivi di studio, ricerca o dottorato di ricerca. Per gli incarichi e le borse di studio resta in vigore l’art. 453 del D.P.R. n. 297 del 1994.

L’art. 19 comma 1 prevede che al personale assunto a tempo determinato, al personale di cui all’art. 3, comma 6, del D.P.R. n. 399 del 1988 e al personale non licenziabile di cui agli artt. 43 e 44 della legge 20 maggio 1982 n. 270, si applicano, nei limiti della durata del rapporto di lavoro, le disposizioni in materia di ferie, permessi ed assenze stabilite dal presente contratto per il personale assunto a tempo indeterminato, con le precisazioni di cui ai successivi commi.

Il comma 3 (richiamato dall’art. 18/1) prevede che l’aspettativa per motivi di famiglia, personali e di studio è concessa a domanda dal dirigente scolastico ai docenti di religione cattolica, sia a quelli con 4 anni di anzianità, sia a quelli sprovvisti, al personale docente, educativo ed ATA assunto con contratto a tempo determinato per l’intero anno scolastico (31/8) o fino al termine delle attività didattiche (30/6).

Pertanto puoi chiedere l’aspettativa per il caso di cui al quesito.

Questi criteri.

Posted on by nella categoria Senza categoria
Versione stampabile
ads ads