Il rientro del docente dopo il 30 aprile: l’art. 37 è ancora in vigore

Alessandra – sono un insegnante di sostegno, sto sostituendo un insegnante, che per motivi personali non vorrebbe rientrare nella classe dove sto attualmente lavorando, preferirebbe prendere servizio dopo il 30 Aprile per rimanere a disposizione della scuola. La preside e il sindacato, peró sostengono che questa norma é stata recentemente abolita, per cui avendo finito ferie,  le malattie e le  aspettative, la maestra é costretta a rientrare a scuola qualche giorno prima di Pasqua. Io sto continuando questa supplenza da Ottobre senza interruzioni. Volevo gentilmente chiedervi se é vera l ‘abolizione di tale norma e se esiste qualche altra soluzione che permetta a me di continuare a lavorare e alla maestra che sto sostituendo di rimanere a disposizione della scuola, ma non in questa classe. Cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentilissima Alessandra,

non credo che il Dirigente o il sindacato n questione abbiano il potere di rendere nulla una disposizione contenuta nel CCNL/2007.

Pertanto, la disposizione esiste ed è ancora in vigore.

L’art. 37 del CCNL/2007 recita:

“Al fine di garantire la continuità didattica, il personale docente che sia stato assente, con diritto alla conservazione del posto, per un periodo non inferiore a centocinquanta giorni continuativi nell’anno scolastico, ivi compresi i periodi di sospensione dell’attività didattica, e rientri in servizio dopo il 30 aprile, è impiegato nella scuola sede di servizio in supplenze o nello svolgimento di interventi didattici ed educativi integrativi e di altri compiti connessi con il funzionamento della scuola medesima. Per le medesime ragioni di continuità didattica il supplente del titolare che rientra dopo il 30 aprile è mantenuto in servizio per gli scrutini e le valutazioni finali. Il predetto periodo di centocinquanta giorni è ridotto a novanta nel caso di docenti delle classi terminali.”

E’ ovvio che affinché la disposizione si attui la titolare deve continuare con un’assenza continuativa almeno fino al 30 di aprile (da ottobre al 30 aprile siamo infatti abbondantemente oltre i 150 gg.).

Posted on by nella categoria Supplenze, Didattica
Versione stampabile
ads ads