Malattia: il caso del supplente che ha contemporaneamente un contratto breve e un altro fino al 30/6

Scuola – Sono un’assistente amministrativa di una scuola di Ravenna, devo valutare l’assenza di una collaboratrice scolastica che quest’anno ha una supplenza annuale fino al 30/06 presso un altro istituto e nel mio istituto ha una supplenza breve. Essendo stata tale collaboratrice scolastica in assenza per malattia vorrei sapere se questa assenza grave; da conteggiare al 50 o al 100%. In attesa di una vostra risposta si porgono distinti saluti.

Paolo Pizzo  – Gentile scuola,

il CCNL/2007 prevede modalità di retribuzione diversa per le assenze del personale con contratto a tempo determinato fino ad almeno il 30/6, rispetto al personale supplente temporaneo (rispettivamente 100% di retribuzione per il primo mese per il contratto almeno fino ad almeno il 30/6, e 50% per i soli 30 giorni per la supplenza temporanea).

Ci risulta che le scuole non adottino tutte la stessa soluzione, ma vi è un duplice comportamento:

1. Considerare i due casi separatamente in funzione dei rispettivi contratti individuali di lavoro, quindi con trattamento giuridico ed economico diverso per ciascuna posizione contrattuale.

In questo caso per il contratto fino ad almeno il 30/6 la scuola procede solo alla decurtazione retributiva fino ai primi 10 giorni (RPD/C.I.A.) per le giornate in cui il personale è stato assente per malattia.

Per il contratto su supplenza breve si provvederà alla decurtazione del 50% della retribuzione.

2. Considerare preminente la posizione giuridica di supplente fino ad almeno il termine delle attività didattiche rispetto a quella del supplente temporaneo (essendo l’assenza “contestuale”).

In questo caso si opterà solo per la decurtazione retributiva per i primi 10 giorni per il contratto fino ad almeno il 30/6 e non quella del 50% per il contratto su supplenza breve.

A parere di chi scrive è corretta la seconda ipotesi che è quella che tutela di più il personale assente:  non c’è dubbio, infatti, che al momento dell’assenza lo stato giuridico del supplente è quello di supplente fino al termine delle attività didattiche.

Posted on by nella categoria Supplenze, Assenze
Versione stampabile
ads ads