Pensione: l’importanza dell’eventuale ricongiunzione dei periodi di disoccupazione

M.Rosa – Sono nata il 13/01/1952, entrata in  ruolo il 10/09/1979, ho riscattato anni 2, mesi 9, giorni 11 di servizio, ai sensi della Legge 1204/71 mi sono stati riconosciuti altri 5 mesi. Dall’estratto conto dell’INPS risultano 16 sett. di disoccupazione di cui potrei chiedere il ricongiungimento. Mi potreste dire quando potrò andare in pensione.

FP – Gentile M.Rosa,

a dettare attualmente i  requisiti per il pensionamento è la Legge 214 del 22/12/2011 – Legge “Fornero”, che individua:

– requisiti per la pensione anticipata, tenendo  conto dell’anzianità contributiva;

– i requisiti per la pensione di vecchiaia, tenendo conto dell’età anagrafica.

Di seguito si indicano i requisiti per la:

1) pensione Anticipata per donne:

– 2013             41 anni e 5 mesi

– 2014/2015    41 anni e 6 mesi

– 2016/2018    41 anni e 10 mesi

Vista la sua anzianità contributiva, tenuto conto del servizio du ruolo e degli altri periodi riscattati (eccetto la disoccupazione), matura il diritto a pensione anticipata con decorrenza dal 01/09/2018, in quanto per quest’anno il requisito per il pensionamento anticipato è di 41 anni e 10 mesi.

Considerata l’età (66 anni), non subisce nessuna penalizzazione sulla misura della pensione, in quanto questa è prevista per il pensionamento anticipato qualora si verifichi sotto i 62 anni di età.

2) per pensione di Vecchiaia

01/01/2013 al 31/12/2015 66 anni e 3 mesi

01/01/2016 al 31/12/2018 66 anni e 7 mesi (dal 2016 sono dati di stima)

Vista la data di nascita,  raggiunge il requisito nel 2018.

Si fa notare che:

il raggiungimento dei requisiti sia per la pensione anticipata che quello per la vecchiaia coincide con lo stesso anno ovvero 2018.

Pertanto, si sottolinea l’importanza dell’eventuale ricongiunzione dei periodi di disoccupazione, purchè “coperti” da contributi figurativi, in quanto potrebbero risultare determinanti per anticipare il raggiungimento del requisito previsto per il pensionamento anticipato.

La norma che regola la ricongiunzione dei periodi assicurativi dei lavoratori pubblici e privati è la Legge n. 29 del 7 febbraio 1979, nella fattispecie l’art. 2, che recita:

“ può chiedere in qualsiasi momento, ai fini del diritto e della misura di un’unica pensione, la ricongiunzione presso la gestione in cui risulti iscritto all’atto della domanda, ovvero presso una gestione nella quale possa far valere almeno otto anni di contribuzione versata in costanza di effettiva attività lavorativa, di tutti i periodi di contribuzione obbligatoria, volontaria e figurativa dei quali sia titolare.”

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads