Servizio militare e inquadramento economico

Docente – avrei da porre il seguente problema. L’articolo 20 della L.958/1986  stabilisce che “il periodo di servizio militare è valido a tutti gli  effetti per l’inquadramento economico e per la determinazione della  anzianità lavorativa ai fini del trattamento previdenziale del settore  pubblico”. Questo articolo norma certamente quanti hanno effettuato il  servizio militare dal 1986 in poi. Il mio caso tuttavia è diverso. Ho  fatto richiesta di ricostruzione della mia carriera – sono un  ricercatore confermato, assunto nell’ottobre 2002, all’Università degli  studi di Bologna – alla quale mi hanno risposto che non avevo diritto a  tale riconoscimento in quanto ho effettuato tale servizio prima del  1986. In altre parole nell’ufficio di Bologna a cui afferisco sostengono  che la legge non è retroattiva. Aggiungo che ho fatto richiesta solo  pochi mesi fa e quindi sono trascorsi circa 11 anni dalla mia  assunzione. La richiesta è la seguente: è possibile insistere sulla  ricostruzione di carriera visto che il servizio militare era  obbligatorio e quindi lo svolgimento era indipendente dalla mia volontà? La ringrazio in anticipo e porgo i più cordiali saluti.

FP – Gentile Ettore,

il servzio militare di leva o equiparato a partire dall’entrata in vigore dell’art. 20 della legge 24.12.1986, n. 958 (ossia dal 30.01.1987 o a cavallo di tale data), è valido, per l’intera durata ( mesi e giorni ), anche non in costanza d’impiego o di servizio,  per l’inquadramento economico.

Il servizio militare di leva prestato ante 30/01/1987 è valutabile solo se “prestato in costanza di rapporto d’impiego”.

Pertanto, stante la normativa attuale, risulta fondamentale  la data del congedo ovvero se  il servizio militare, pur obbligatorio che sia, ha avuto termine dal 30/01/1987, l’intero periodo è completamente valutabile.

Questo è quanto è stabilito dalla normativa.

Posted on by nella categoria Ricostruzione di carriera
Versione stampabile
ads ads