Nell’ora di ricevimento genitori il docente non ha nessun obbligo di servizio

Doretta – vorrei dei chiarimenti a riguardo: Nell’ambito del progetto continuità scuola primaria – secondaria sono  stata incaricata ad organizzare delle attività didattiche per dei gruppi di alunni della scuola elementare. Questo progetto, che si svolgeva  su più giorni,   ha interessato un’ora buca che mi verrà regolarmente retribuita, mentre un’altra ora buca,  destinata al ricevimento dei genitori su appuntamento, ma casualmente senza appuntamenti, non mi verrà pagata. La motivazione è che comunque la mia presenza a scuola era prevista e obbligatoria. Ritengo che: – se nell’ora di ricevimento vengo utilizzata in attività didattiche organizzate dalla scuola o in supplenze, queste sono ore di lavoro in più e devono essere retribuite. – se nell’ora di ricevimento non ho appuntamenti sono libera di scegliere  l attività che io ritengo di svolgere, esempio correzione degli elaborati, preparazione della lezione, ecc. e anche di uscire dalla scuola a bere un  caffè, perchè  quest’ora rientra negli impegni inerenti alla funzione docente. Ho ragione? Se l’ora non mi verrà retribuita, in futuro posso sottrarmi da svolgere attività didattiche organizzate dalla scuola nell’ora di ricevimento genitori? Chi ha la precedenza: l’impegno nell’attività didattica o quello della funzione docente? Ringrazio anticipatamente se cortesemente mi darete risposta.

Paolo Pizzo – Gentilissima Doretta,

si condividono in pieno le argomentazione esposte nel quesito.

Giova infatti ricordare che la cosiddetta “ora di ricevimento genitori” antimeridiana non è un’ora di servizio o che possa rientrare nell’orario settimanale del docente, per cui l’obbligo di rimanere a disposizione in quell’ora non può che esistere nel momento in cui i genitori manifestano la volontà di avere un colloquio col docente.

In via generale non si può, in assenza di una richiesta di colloquio da parte del genitore, obbligare il docente ad individuare un’ora settimanale in cui rimanere a disposizione a prescindere dalla richiesta del genitore.

Non si può altresì impegnare il docente in quell’ora in altre attività a meno che queste ultime non siano retribuite.

In conclusione: se l’ora in questione è stata da te indicata come “ricevimento genitori” non potrà essere “occupata” da altre attività (queste ultime infatti non potranno svolgersi se ci sarà un appuntamento con i genitori…), a meno che, appunto, non si concordi che nei giorni in cui non ci saranno genitori svolgerai l’attività di cui al quesito ma solo dietro compenso.

Posted on by nella categoria Didattica
Versione stampabile
ads ads