Perdente posto arrivato a domanda condizionata: ultimo in graduatoria interna? Chiarimenti per la scuola

Scuola – Buonasera, non ho chiaro il seguente concetto: una docente, venuta per trasferimento da soprannumerario il 1° settembre 2013, se quest’anno ripresenta domanda di trasferimento mettendo come I sede la scuola da cui proviene, non perde la continuità per la domanda di trasferimento. Ma nella mia graduatoria interna, devo inserire anche la suddetta continuità? E in questo caso va sempre messa tra i docenti entrati a far parte quest’anno nel mio istituto e quindi in coda o preservando la continuità la devo considerarla tra i docenti già presenti l’anno passato? Grazie.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

si premette che il docente perdente posto trasferito a domanda condizionata in un’altra scuola produce ogni anno (per 8 anni) domanda di trasferimento indicando nel modulo di domanda come prima preferenza la scuola dalla quale è stato trasferito d’ufficio o a domanda condizionata. Questo per esprimere la volontà di rientro nella scuola di precedente titolarità e per non perdere la continuità.

Tale punteggio di continuità gli sarà riconosciuto nella scuola di attuale titolarità per la formulazione della graduatoria di istituto ai fini dell’individuazione del personale in soprannumero.

Inoltre: i docenti che sono risultati perdenti posto nell’anno scolastico 2012/13 e che dal 1° settembre del 2013 sono nell’attuale scuola perché trasferiti d’ufficio o a domanda condizionata, anche se tale scuola è stata inserita nella domanda come preferenza, sono graduati insieme agli altri docenti già presenti nella scuola dal 1/9/2012 e precedenti.

Pertanto, se il docente di cui al quesito è perdente posto lo scorso anno non è “ultimo arrivato” e sarà graduato insieme ai docenti di ruolo entrati a far parte dell’organico dell’istituto dagli anni scolastici precedenti, e la continuità accumulata finora dovrà essere valutata nell’attuale scuola.

Se invece il docente in questione è un perdente posto non del 2012/13 ma dagli anni precedenti e quindi  ha  scelto la vostra scuola lo scorso anno nella domanda di trasferimento  (pur indicando come prima sede quella di ex titolarità), allora deve essere considerato ultimo arrivato a domanda volontaria.

In conclusione, la differenza da fare è questa: docente trasferito d’ufficio o a domanda condizionata dal 1 settembre 2013 ovvero individuato perdente posto nell’aprile 2013 (a.s. 2012/13) che ha prodotto domanda cartacea condizionata, allora lo graduate insieme ai docenti già in organico dagli anni precedenti (anche se la vostra scuola era fra le preferenze); perdente posto dal 1 settembre 2012 ovvero dichiarato perdente posto ad aprile 2012 (a.s. 2011/12) o anni scolastici precedenti (docente quindi già nell”ottennio”) che nella domanda di trasferimento “ordinaria” (istanze online) ha scelto la vostra scuola, allora è ultimo arrivato perché considerato a domanda volontaria (pur continuando a mantenere la continuità e il diritto di rientro nella scuola di ex titolarità).

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads