Pensione: il riscatto dà la possibilità di valutare, nell’ambito di un determinato istituto previdenziale, periodi/servizi altrimenti non utili ai fini pensionistici

Assistente Amministrativa –  in servizio presso l’I.C. X di Pesaro, vorrei porre un quesito alla rubrica “Chiedilo a Lalla”: posso riscattare il diploma di Assistente sociale anche se non è prescritto per il posto ricoperto? Il riscatto di 5 mesi anteriori alla assunzione in ruolo mi consentirebbe l’accesso alla pensione nel 2017 anzichè nel 2018, e per  chi come me assiste un anziano disabile sarebbe veramente auspicabile.

L’Inpdap dice che non è possibile in quanto il diploma  non è prescritto per il posto ricoperto ma  la circolare INPDAP n.12 del 24/02/1999 avente per oggetto riscatto laurea rammenta la facoltà di riscattare gli anni di studio indipendentemente dal fatto che siano prescritti per il posto ricoperto; – la stessa cosa è ribadita dal D.L.VO 184/97; – l’Informativa INPDAP N.5 del 24/01/2000 ribadisce ugualmente la riscattabilità dei titoli universitari; – il Decreto Interministeriale 11/11/2011 con relativo allegato Tabella 1 equipara i Diplomi delle Scuole Dirette ai fini speciali  -“Diploma di Assistente Sociale” alle Lauree.

Giuseppina  – sono una docente di inglese e insegno in un istituto superiore. Il prossimo anno scolastico vorrei produrre domanda di pensionamento. Poichè mi mancherebbero pochi mesi per rientrare tra coloro che ne hanno la possibilità,  vorrei sapere se i due anni di scuola di perfezionamento post-laurea sono riscattabili.

FP – gentilissime,

il riscatto dà la possibilità di valutare, nell’ambito di un determinato istituto previdenziale, periodi/servizi altrimenti non utili ai fini pensionistici, dietro versamento del contributo totalmente a carico del richiedente.

Il riconoscimento, come giustamente viene indicato, se reso efficace, comporta un aumento dell’anzianità contributiva utile ai fini pensionistici.

La L. 341/1990 individua i corsi di studio ammessi al riscatto:

1) diploma universitario, cosiddetta laurea breve, conseguibile con corso non inferiore a deu anni e non superiore a 3 anni;

2) diploma di laurea, onseguito dopo un corso di durata non inferiore a 4 anni e non superiore a 6 anni;

3) diploma di specializzazione, che si consegue successivamente alla laurea, ed al termine di un corso di durata non inferiore a 2 anni;

4) dottorato di ricerca regolati da determinate disposizioni di leggi.

E’ possibile altresì riscattare i master universitari di primo e secondo livello.

Per quanto appena affermato e tenuto conto dei riferimenti normativi che ha citato, a parere di chi scrive il diploma di assistente sociale può essere riscattato.

Si precisa che:

– prima dell’entrata in vigore del decreto legislativo n. 184/1997, la facoltà di riscattare gli anni di studio era consentita, solo per quei titoli di studio richiesti per l’ammissione a determinate posizioni di lavoro.

Il suddetto presupposto viene meno dal 12 luglio 1997.

Infatti  tutti i titoli di studio possono essere riscattati indipendentemente dal ruolo che si ricopre, così come indicato dalla circolare Inpdap n. 12 del 24/12/1999.

Si precisa, che:

– la norma , di cui sopra,  si applica alle domande presentate a decorrere dal 12 luglio 1997 ed è irrilevante il priodo di conseguimento del titolo;

– è facoltà dell’interessato richiedere  il riscatto anche di due o più corsi universitari, a condizione che siano stati conseguiti i relativi titoli;

– i periodi da riscattare devono essere limitati ai soli periodi non contemporanei ai servizi con obbligo di iscrizione.

Per Giuseppina: In considerazione di quanto appena affermato, nella fattispecie, il titolo conseguito (diploma post-laurea)  potrebbe (condizionale d’obbligo per i pochi elementi a disposizione)  rientrare nella casistica individuata al punto 3) e pertanto essere ammesso al riscatto.

 

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads