Graduatorie di istituto: alcune segreterie non controllano titoli di accesso

Giulia – Carissima Lalla, seguo il blog da tempo e devo ringraziarti perchè ho trovato spesso chiaramenti che cercavo. Sono una precaria di terza fascia per primaria e infanzia delle graduatorie d’istituto, inserita attraverso il titolo di diploma magistrale. Ti scrivo perchè in vista della riapertura delle suddette graduatorie ho alcuni dubbi e spero tu possa aiutarmi. Nella graduatoria della mia provincia risulta inserito (in una posizione superiore alla mia) un insegnante che non ha i titoli necessari per esservi (assenza di diploma magistrale entro l’anno 2001-2002 o laurea in scienza della formazione).

A questo proposito mi domando come sia possibile che vi sia inserito, come abbia potuto svolgere per anni supplenze senza che tale condizione siamai saltata all’occhio del personale amministrativo delle diverse scuole in cui a prestato servizio o ancora prima di chi dovrebbe controllare i dati comunicati al ministero. Cosa è oppurtuno fare? Come mi dovrei comportare?

Ciò che mi sconcerta è il fatto di non riuscire mai a trovare un responsabile di questa moltiplicità disparata di modi di gestire le cose.

Mi domando quante altre situazioni analoghe ci siano, ma sfuggono a qualsiasi controllo. Ringraziandoti per l’attenzione aspetto con fiducia un tuo consiglio.

Lalla – Gent.ma Giulia, in quanto diretta interessata (l’assegnazione di supplenze al collega che ti precede potrebbe danneggiarti) puoi richiedere accesso agli atti, ossia alla documentazione presentata per la richiesta di iscrizione in graduatoria.

Accertati che i tuoi dubbi sono confermati, puoi richiedere un controllo più accurato (naturalmente per iscritto) dei titoli.

La normativa, il dm n. 62/11 prevede che "In occasione dell’attribuzione agli aspiranti del primo rapporto di lavoro nel di vigenza delle graduatorie, con le modalità previste dagli artt. 71 e 72 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445, sono effettuati i relativi controlli in merito alle dichiarazioni degli aspiranti medesimi.

5. I predetti controlli sono effettuati, anche se richiesti da altre scuole interessate, dall’istituzione scolastica che gestisce la domanda dell’aspirante e devono riguardare il complesso delle situazioni dichiarate dall’aspirante medesimo, per tutte le graduatorie richieste in cui è risultato incluso.

6. In caso di effettuazione dei predetti controlli il dirigente scolastico che gestisce la domanda dell’aspirante rilascia all’interessato apposita certificazione dell’avvenuta verifica e convalida dei dati contenuti nella domanda; tale certificazione viene consegnata, in copia, dall’aspirante a ciascuna scuola con la quale contrae rapporti di lavoro durante tutto il periodo di validità delle graduatorie di circolo e di istituto in questione."

Purtroppo ci rendiamo conto che non tutte le scuole adempiono a questa prescrizione, mettendo in difficoltà coloro che utilizzano le graduatoria in maniera onesta. Un paradosso ad es.è quello indicato in questa sentenza
Supplenze: il docente assunto da messa a disposizione non può contestare mancanza possesso titoli a docente della graduatoria

Posted on by nella categoria Graduatorie di Istituto (docenti precari)
Versione stampabile
ads ads