Rientro in servizio dopo il 30 aprile. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Una insegnante titolare è rimasta assente per tutto l’anno scolastico. Abbiamo nominato la supplente A fino all’8 giugno, ultimo giorno di lezione. La supplente A ha regolarmente assunto servizio e successivamente ha presentato domanda di congedo parentale per 180 giorni fino al 3 maggio. Ha quindi totalizzato una assenza superiore a 150 giorni, classe non terminale. Il suo contratto però scade l’8 giugno. Al suo posto c’è la supplente B che ha effettivamente prestato servizio nella classe. La domanda è questa: E’ possibile mettere a disposizione per rientro dopo il 30 aprile la supplente temporanea A e lasciare in classe la supplente B? Esiste qualche disposizione a cui fare riferimento? Ringrazio per la disponibilità e attendo con ansia la risposta.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

l’art. 37 del CCNL/2007 recita:

“Al fine di garantire la continuità didattica, il personale docente che sia stato assente, con diritto alla conservazione del posto, per un periodo non inferiore a centocinquanta giorni continuativi nell’anno scolastico, ivi compresi i periodi di sospensione dell’attività didattica, e rientri in servizio dopo il 30 aprile, è impiegato nella scuola sede di servizio in supplenze o nello svolgimento di interventi didattici ed educativi integrativi e di altri compiti connessi con il funzionamento della scuola medesima. Per le medesime ragioni di continuità didattica il supplente del titolare che rientra dopo il 30 aprile è mantenuto in servizio per gli scrutini e le valutazioni finali. Il predetto periodo di centocinquanta giorni è ridotto a novanta nel caso di docenti delle classi terminali.”

Pertanto, dovete agire così:

la supplente A ha diritto alla proroga dall’8 giugno fino alla fine  degli scrutini, senza nessuna interruzione, ma non presiederà gli scrutini stessi.

Il supplente B ha diritto ad una proroga dal 4 di maggio fino all’8 giugno e poi altra proroga, senza interruzione, dal 9 giugno fino al termine degli scrutini (rientra infatti nella continuità didattica citata nell’art. 37) Tale docente presiederà agli scrutini.

La supplente A resterà a disposizione dal 4 maggio fino all’8 giugno e non potrà rientrare nelle classi (avrà comunque diritto alla proroga per gli scrutini in quanto docente in servizio fino al termine delle lezioni).

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads