Graduatorie di istituto: quando potrà essere fatto valere il titolo di sostegno?

Pierluigi – Premettendo che la maggior parte di noi deriva dal 1° ciclo di TFA (e quindi si iscriverà alle grad. di istituto di 2° fascia), la cosa che abbiamo notato è che alcune università come quella di Firenze terminano il 25 Ottobre le lezioni e faranno conseguire il titolo entro Dicembre 2014, con uno sforzo di lezione anche ad Agosto. Altre, come l’Unical dove sono iscritto io si dilungheranno fino a marzo 2015, facendoci conseguire il titolo in Aprile 2015, lasciando dei buchi temporali enormi tra una lezione e l’altra….

Ci sarà differenza per la spendibilità del titolo?

E’ vero che i colleghi toscani potranno, in questo aggiornamento graduatorie di istituto, inserire il titolo con riserva e sciogliere la riserva a Dicembre che verrà? Mentre tutti gli altri potrebbero forse farlo valere solo nel lontano 2017!!!!

Oppure comunque anche per gli altri il Ministero potrebbe poi, in estate 2015, emanare delle mini-circolari per fare comunicare alle scuole chi ha preso il titolo del sostegno?Ti prego di farmi sapere, perchè nel caso peggiore cercheremo di spingere le altre università ad "accelerare i tempi".

Lalla – gent.mo Pierluigi, innanzitutto al momento non esiste alcuna riserva per l’inserimento del titolo nelle Graduatorie di istituto, per cui non capiamo con quale cognizione di causa si possa affermare ciò, se non ci sono stati neanche incontri al Ministero su questo argomento.

Al momento, pertanto, è possibile fornire consulenza solo sulla normativa esistente. Essa prevede, per l’inserimento nelle graduatorie di istituto, solo titoli in possesso alla data di scadenza per la presentazione della domanda.

Ogni anno però, data la necessità di assicurare agli alunni la presenza in classe di personale specializzato, il Miur integra la circolare delle istruzioni operative sulle supplenze con l’inserimento in coda di coloro che nel frattempo hanno conseguito il titolo). All’atto dell’aggiornamento si viene poi inseriti a pettine nella posizione spettante in base al punteggio.

Sempre secondo l’attuale normativa quindi la differenza tra chi consegue il titolo a dicembre 2015 e chi lo consegue ad aprile 2015, potrebbe essere nella possibilità per i primi di lavorare tramite domanda di messa a disposizione.

Ma su questo non crediamo che il Ministero interverrà, in quanto le Università hanno autonomia organizzativa, purchè svolgano il corso in non meno di 8 mesi, come disciplinato dal dm 30 settembre 2011. Se poi voi riuscite a trovare con l’UniCal un’organizzaione diversa delle lezioni, concentrandole in alcuni periodi liberi da attività didattiche, tanto meglio.

In ogni caso, tra qualche settimana sarà emanato il decreto relativo all’aggiornamento delle graduatorie di istituto e capiremo quale sarà l’orientamento del Miur.

Posted on by nella categoria Graduatorie di Istituto (docenti precari)
Versione stampabile
ads ads