Graduatoria interna di istituto: la lettera D delle esigenze di famiglia. Chiarimenti per la scuola

Scuola – gentilmente potreste darci delle delucidazioni in merido al punto D) del quadro esigenze di famiglia ” D) per la cura e l’assistenza dei figli minorati fisici, psichici o sensoriali, tossicodipendenti, ovvero del coniuge o del genitore totalmente e permanentemente inabili al lavoro che possono essere assistiti soltanto nel comune richiesto …………”? Sembra che il punteggio spetti solo a coloro che abbiano genitori o figli ricoverati in strutture e non a coloro che abbiano i figli o i genitori accuditi in casa.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

la nota 9 della tabella valutazione titoli allegata al CCNI dispone:

La valutazione è attribuita nei seguenti casi:

a) figlio minorato, ovvero coniuge o genitore, ricoverati permanentemente in un istituto di cura;

b) figlio minorato, ovvero coniuge o genitore bisognosi di cure continuative presso un istituto di cura tali da comportare di necessità la residenza nella sede dello istituto medesimo.

c) figlio tossicodipendente sottoposto ad un programma terapeutico e socio-riabilitativo da attuare presso le strutture pubbliche o private, di cui agli artt.114, 118 e 122, D.P.R. 9/10/1990, n. 309, programma che comporti di necessità il domicilio nella sede della struttura stessa, ovvero, presso la residenza abituale con l’assistenza del medico di fiducia come previsto dall’art. 122, comma 3, citato D.P.R. n. 309/1990.

Pertanto,non necessariamente i figli o i genitori debbano essere ricoverati a tempo pieno presso un centro di cura, infatti i casi b e c (che sono una sorta di deroga al caso a) non indicano questa obbligatorietà quanto piuttosto l’essere sottoposti ad un programma di cura presso un centro specializzato. Tutto ovviamente da certificare.

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads