Graduatoria interna istituto: esclusione del personale non necessariamente disabile che ha bisogno di cure continuative

Rosaria  – le chiedo se essendo affetta da patologia cronica per ipotiroidismo già da una decina d’anni e in cura continuativa con eutirox, come ultima nella graduatoria dei soprannumerari –   personale ATA per avvenuto trasferimento nell’ a.s. 13/14, io abbia diritto all’ esclusione dalla graduatoria stessa, ovvero se abbia diritto ad un punteggio aggiuntivo pur rimanendo quest’ anno ultima in graduatoria. E se la certificazione necessaria debba essere fornita  dall’ ASL o semplicemente dal proprio medico curante. Posso fare ancora qualcosa in caso di risposta affermativa, visto che la graduatoria definitiva è già stata pubblicata?Grazie della cortese attenzione.

Paolo Pizzo – Gentilissima Rosaria,

Il punto III dell’art. 7.1 del CCNI mobilità (richiamato dal comma 2 per l’esclusione dalle graduatorie interne di istituto) dispone  che è attribuita la precedenza al

personale (non necessariamente disabile) che ha bisogno per gravi patologie di particolari cure a carattere continuativo (ad esempio chemioterapia); detto personale ha diritto alla precedenza per tutte le preferenze espresse nella domanda, a condizione che la prima di tali preferenze sia relativa al comune in cui esista un centro di cura specializzato. Tale precedenza opera nella prima fase esclusivamente tra distretti diversi dello stesso comune;

L’art. 9 dello stesso CCNI precisa:

per le persone bisognose di cure continuative per grave patologia: nelle certificazioni deve necessariamente risultare l’assiduità della terapia e l’istituto nel quale viene effettuata la terapia stessa. Le certificazioni devono essere rilasciate dalle competenti A.S.L.

Pertanto, solo a queste condizioni potevi essere escluso dalle graduatorie interne di istituto anche se ultima arrivata.

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads