Due frazioni di congedo parentale intervallate da malattia del bambino sono considerate tutto “congedo parentale”

Raffaella – sono una docente in astensione facoltativa. Terminato tale periodo devo necessariamente prendere alcuni giorni per malattia del bambino. Se dovessi continuare con un altro periodo di astensione facoltativa come verrebbe considerato il predetto periodo di malattia? Cambiando il titolo di assenza questi tre periodi vanno conteggiati singolarmente o rischio che vengano conteggiati tutti come facoltativa ? Grazie infinite per la consulenza. Le informazioni che mi fornirete saranno preziose!

Paolo Pizzo – Gentilissima Raffaella,

si premette che ai sensi dell’art. 12, comma 6, del CCNL 29/11/2007 (congedi parentali) ”6. I periodi di assenza di cui ai precedenti commi 4 e 5, nel caso di fruizione continuativa, comprendono anche gli eventuali giorni festivi che ricadano all’interno degli stessi. Tale modalità di computo trova applicazione anche nel caso di fruizione frazionata, ove i diversi periodi di assenza non siano intervallati dal ritorno al lavoro del lavoratore o della lavoratrice.”

Ci troviamo di fronte ad un’assenza di tipo ciclica che ha inizio con un periodo di congedo parentale e termina con la fruizione dello stesso congedo, intervallato da altra tipologia di assenza ovvero congedo per malattia bambino.

Pertanto, nel caso di cui al quesito tutto il periodo ti verrà considerato come congedo parentale in quanto l’assenza per malattia del bambino ricadrà all’interno di due differenti frazioni di congedo parentale senza nessuna ripresa del servizio.

Posted on by nella categoria Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads