Graduatorie ad esaurimento: l’odissea dei depennati, costretti a ricominciare da capo l’iter per il ruolo

Patrizia – Cara Lalla, per anni (almeno dal 2002), sono stata nelle graduatorie ad esaurimento di Milano e prov. per le classi di concorso A019 e PPP, fino a quando sono stata depennata , presumo in via definitiva, per non aver provveduto all’aggiornamento delle penultime domande ( in realtà, per un disguido di inoltro).

Non ho proposto ricorso, all’epoca, nella certezza più viva di potermi reinserire in occasione del successivo aggiornamento; a quanto pare, però, il reinserimento, oggi, non è previsto. Ora, chiedo se avrò mai la possibilità di rientrare nelle graduatorie definitive ad esaurimento???

E se non fosse possibile, per i soliti “vuoti” legislativi e cavilli burocratici, mi chiedo se sia giusto non poter più ambire ad una ipotetica, illusoria, quanto improbabile, immissione in ruolo per ben due classi di concorso (A019 e PPP) ??? e fare affidamento alle sole graduatorie di circolo e d’istituto, peraltro , in seconda fascia (assurdo!).Chiedo lumi e ringrazio per la eventuale risposta. saluti

Lalla – gent.ma Patrizia, non so chi o quale normativa nel 2011 ti abbia dato la certezza di un reinserimento nel 2014. La normativa oggi è uguale a quella del 2011, e l’interpretazione restrittiva del Miur non consente reinserimenti.

Nel frattempo molti ricorsi sono stati vinti in tal senso, e qualcuno lo abbiamo segnalato attraverso le pagine di www.orizzontescuola.it

In questo ad es. mettiamo in evidenza anche le motivazioni addotte dal giudice del lavoro “Il tenore della legge 296/06 induce a ritenere bloccati i nuovi inserimenti per il futuro, ma non può escludere il recupero di chi già si era collocato nella graduatoria: anche perchè l’art. 1 comma 1 bis della legge 143/2004 è ancora in vigore nella sua interezza”. Graduatorie ad esaurimento: il Miur depenna, il giudice reinserisce Graduatorie ad esaurimento: a Reggio Calabria reinserimento candidata che non aveva presentato domanda di aggiornamento

Alla luce di ciò, il ricorso nell’immediato è l’univa via per poter ambire a rientrare nelle graduatorie ad esaurimento; ti ricordiamo che per poter presentare ricorso è necessario dimostrare di aver presentato la domanda, per manifestare l’interesse alla permanenza in graduatoria; poichè chi non ne ha diritto non può accedere alla piattaforma presente su Istanze on line per la presentazione della domanda, in questo caso è necessario presentare un modello cartaceo (che sarà inevitabilmente respinto dall’Ufficio Scolastico). Vari sindacati si stanno occupando di questa problematica; va segnalato che i ricorsi hanno effetto individuale.

Parallelamente (poichè non si sa quando potrà essere emanata la sentenza, qualora decidessi di ricorrere)  ti toccherà comunque ricominciare da capo l’iter per il ruolo. Questo significa che potrai iscriverti nella II fascia delle graduatorie di istituto e partecipare alle nuove modalità di reclutamento, quando ci saranno.

Posted on by nella categoria Graduatorie ad esaurimento
Versione stampabile
ads ads