Graduatoria interna di istituto: il neo immesso in ruolo non può essere dichiarato perdente posto

Gianluca – lavoro in una scuola primaria in qualità di docente a tempo indeterminato dal 1 settembre 2013. Sto svolgendo l’anno di prova. Proprio in questi giorni, circola a scuola la tabella da compilare, a cura del personale, per la definizione della graduatoria interna e la conseguente individuazione degli insegnanti soprannumerari. Compilandola, mi sono posto una domanda. E’ possibile che vengano valutati senza nessuna limitazione i requisiti che si riferiscono alla sfera familiare (numero di figli, ricongiungimento al coniuge, ecc…) mentre alla determinazione del punteggio dei titoli culturali venga messo un tetto massimo (max 10 punti)? Io non ho figli, non sono sposato. Ho due diplomi, tre lauree, un master, due abilitazioni aggiuntive, un concorso superato per la scuola primaria, un’abilitazione professionale relativa ad un altro settore conseguita sempre tramite concorso. Mi è sembrata una tabella anacronistica e penalizzante per chi, come me, ha voluto prepararsi e formarsi. Io purtroppo non ho figli… ma per me ogni laurea è stata come un parto 😉 E l’unico modo in cui potrei ‘fare punteggio’ è presentando i miei titoli e continuando a studiare e a lavorare, come ho sempre fatto. Il messaggio che passa, invece, dalla tabella di valutazione è: la formazione è una scelta personale del lavoratore, che non porta conseguenze e non va a modificare l’assetto professionale (e le competenze) del docente. Si può scegliere di arricchirsi professionalmente e culturalmente, ma tutto ciò che è ulteriore ai 10 punti non verrà valutato. Chiedo cortesemente che qualcuno mi spieghi il perché di questa scelta legislativa, perché per quanto ci provi io non riesco a comprenderla.

Paolo Pizzo – Gentilissimo Gianluca,

potremmo parlare per ore sulla tabella di valutazione titoli e su cosa andrebbe valutato e su cosa no, ma quello che ora ci interessa è soprattutto il fatto che tu non debba ora consegnare tale domanda in quanto sei un neo immesso in ruolo.

Infatti, sei attualmente senza sede (per questo anno “appartieni” solo all’ATP di competenza) e pertanto non puoi presentare domanda per i soprannumerari per il semplice motivo che non potrai, almeno per questo anno scolastico, essere dichiarato perdente posto.

Pertanto,ti  consiglio di farlo presente alla scuola in modo  da evitare loro un’inutile fatica.

Posted on by nella categoria Anno di prova neo immessi in ruolo, Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo)
Versione stampabile
ads ads