Il congedo parentale, anche non retribuito, è computato nell’anzianità di servizio a tutti gli effetti

Sabrina – buongiorno. Sono una docente di ruolo di scuola media con due bimbi, una di un anno appena compiuto e un altro di sette. In questi mesi ho usufruito del congedo parentale della mia bimba e ora, per motivazioni familiari , sto utilizzando il congedo senza retribuzione del mio primo bimbo che ho ancora a disposizione, due mesi in tutto. La non retribuzione è temporanea,  superabilissima e non mi preoccupa;  quello che volevo gentilmente chiederle è questo, se due mesi di questo congedo non retribuito avranno conseguenze di altra natura per la mia carriera.  La ringrazio tanto.

Paolo Pizzo – Gentilissima Sabrina,

i periodi di congedo retribuiti e non retribuiti disciplinati dal Decreto Legislativo 26.3.2001 n. 151 (Capo III – Congedo di maternità, Capo IV – Congedo di paternità, Capo V – Congedo parentale, Capo VII – Congedi per la malattia del figlio) devono essere computati nell’anzianità di servizio a tutti gli effetti.

Il congedo parentale, anche se non retribuito, non interrompe altresì la progressione della carriera.

 

Posted on by nella categoria Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads