Assenze per malattia. Il ricovero ospedaliero e la successiva convalescenza rientrano nel periodo di comporto

Scuola – un collaboratore scolastico assentatosi per ricovero ospedaliero e successiva convalescenza oltre che non dover essere assoggettato a ritenuta sull’assenza ma vorrei sapere : se ai fini del calcolo delle assenze nel triennio deve essere comunque contabilizzato anche il ricovero e la  convalescenza che contribuirebbe comunque al calcolo dei primi nove mesi. si escludono o si calcolano lo stesso nel triennio? grazie per l’attenzione .

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

le uniche assenze che si escludono dal triennio sono:

  • Le assenze dovute ad infortunio sul lavoro certificate dall’INAIL;
  • Le assenze dovute a gravi patologie che richiedono terapie salvavita: sono esclusi dal  periodo di comporto i giorni di ricovero ospedaliero, i day-hospital o Macroattività in regime ospedaliero, l’effettuazione delle terapie salvavita (inclusa la chemioterapia); i giorni  di assenza dovuti alle conseguenze certificate delle terapie; i giorni di assenza per  l’effettuazione delle periodiche visite specialistiche di controllo delle (certificate) gravi  patologie (“accertamenti ambulatoriali”).
  • L’assenza dovuta a “malattia determinata da gravidanza” anche se l’interruzione di gravidanza avviene entro il 180 º giorno di gestazione.
  • I 30 gg. di congedo per cure per invalidi ex art. 7, D.Lgs. n. 119/2011.

Pertanto, non bisogna confondere la ritenuta Brunetta o la disposizione della visita fiscale con il computo dei giorni di malattia.

Nel caso di cui al quesito, quindi, i giorni di ricovero e di convalescenza sono da computare nel triennio (a meno che non sono riconducibili ad una eventuale grave patologia del dipendente).

Posted on by nella categoria Assenze
Versione stampabile
ads ads