Ci risiamo: “non abbiamo fondi per pagarti la proroga contrattuale”

Palmira – Le scrivo perché proprio stamattina orizzontescuola ha pubblicato un articolo per me molto importante sulla questione “supplenze e contratto fino al termine delle lezioni”. Il 7 ottobre scorso ho accettato una supplenza da III fascia della G.I. alla scuola media (A043) che, attraverso proroghe, si è prolungata fino al termine delle lezioni (7 giugno 2014) con rientro della titolare a disposizione dell’istituto dopo il 30/04.

La segreteria della mia scuola ha precisato fin da subito che, vista la mancanza di fondi, avrei avuto un rinnovo del contratto, e relativa retribuzione, SOLO ed ESCLUSIVAMENTE per i giorni in cui sarò impegnata con gli esami (ho infatti una classe terminale, impegnata nell’esame di terza media). Sbaglio o la nota del Miur prot. N. 8556 del 10 giugno 2009 (e relativo chiarimento n. 9038 del 17 giugno 2009) sostiene invece che ho diritto alla continuazione di contratto e retribuzione fino al termine degli esami? Ho fatto la stessa domanda alla segretaria dell’istituto per il quale lavoro e la signora, dopo aver fatto spallucce, mi ha risposto che hanno sempre fatto contratti per i singoli giorni di impegno del supplente e così continueranno a fare.In attesa di una vostra risposta,cordiali saluti.

Paolo Pizzo – gentilissima Palmira,

quella scusa di “non abbiamo fondi” è talmente vecchia e ormai fuori uso che pensavamo di non sentirla più.

Bisogna allora ricordare alle scuole che le supplenze non le pagano né togliendo lo stipendio al Dirigente o a chi lavora nella scuola (es. applicati di segreteria o DSGA), né con il fondo di istituto.

Pertanto, se proprio dobbiamo dirla tutta, il problema non è mai esistito.

Ti invito quindi a pretendere dalla scuola un contratto di proroga senza nessuna interruzioni così come disposto dall’art. 37 del CCNL/2007 e dalle note MIUR e ovviamente, se ce ne fosse bisogno, di rivolgerti alle competenti OO.SS. che dovranno fare in modo di far rispettare la norma alla scuola di cui al quesito.

Posted on by nella categoria Supplenze, Didattica
Versione stampabile
ads ads