Le supplenze fino “alle esigenze di servizio”

Ida – Vi disturbo perchè nella rubrica  non ho trovato risposte al mio quesito. Sono una precaria, il giorno venerdi 16 maggio ho accettato una supplenza su  posto comune scuola primaria. Quindi, come da contratto sono stata sulle classi, orario intero sabato compreso, per 6 giorni, concludendo oggi mercoledi 21 maggio. La mia domanda è questa: la segreteria avrebbe dovuto contare ed inserire nel  contratto anche giovedi visto che corrisponde al giorno libero della docente  titolare?

Paolo Pizzo – Gentile Ida,

L’art. 7 comma 3 del D.M. 131/2007 recita che “…per la sostituzione dei docenti temporaneamente assenti, il dirigente scolastico provvede al conferimento delle relative supplenze esclusivamente per il periodo di effettiva permanenza delle esigenze di servizio

Per “esigenze di servizio” si intende che il contratto di supplenza deve avere una durata commisurata all’effettiva esigenza che la scuola ha di tenere in servizio il supplente in sostituzione del titolare assente.

Pertanto, non ti spetta il contratto per il giovedì se giorno “libero” del titolare in quanto in quel giorno non ci sono state esigenze di servizio.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads