Tempi di Liquidazione del TFS

Docenti – Carissimi, mi faccio portavoce anche di altre due colleghe che, come me, n con decorrenza 01/09/2014 andranno in pensione. Il mio requisito, al 31/08/2014, è di 61 anni  d’età e 41 anni e 10 mesi  di servizio. Ci è giunta voce che avremo diritto a percepire il TFS solo fra 2 anni.  Risponde a verità? Se così fosse avrebbe dell’incredibile e lo considererei estremamente  ingiusto e lesivo della nostra dignità. Noi avremmo diritto a percepire, dopo quasi 42 anni di servizio,  l’equivalente (forse!) di due mesi di stipendio di un parlamentare e dobbiamo anche aspettare altri 2 anni? Se poi penso  che a causa del blocco dei contratti la sottoscritta non è riuscita ad accedere all’ultimo gradone  stipendiale, la cui decorrenza varia a seconda dei cedolini, mi chiedo ma quando si tratta di sottoscrivere gli accordi che  ci riguardano, chi ci tutela?

FP – Gentili colleghi,

purtroppo negli ultimi anni, e precisamente  dal 2010, la modalità e i tempi di liquidazione del TFS/TFR hanno subito molteplici cambiamenti.

L’ultimo intervento è contenuto nella cosiddetta Legge di Stabilità 2014.
L’art. 1 comma 484 e 485 ha:
– esteso la modalità di pagamento rateale del TFS/TFR dei dipendenti pubblici per prestazioni di importo superiore ad € 50.000;
– innalzato da 6 a 12 mesi il termine di pagamento delle prestazioni di cui sopra.
Lo stesso comma precisa che quanto sopra affermato si applica ai dipendenti che cessano dal servizio dal 1/1/2014, maturando i requisiti per il pensionamento a partire dalla stessa data.

 In sintesi i termini di pagamento del TFS/TFR:

1) Termine breve: entro 105 giorni dalla cessazione in caso di decesso o pensione per inabilità.

2) Termine di dodici mesi in caso di:

– pensione di vecchiaia/limiti di età ordinamentali;

– limiti di servizio;

– risoluzione unilaterale;

3) Termine di 24 mesi in caso di:

– pensione anticipata;

– dimissioni volontarie senza diritto a pensione.

Per quanto concerne il blocco degli anni utili ai fini della progressione economica, si evidenzia che al momento risultano bloccati gli anni 2012 e 2013.

Si precisa, così come richiamato anche dalla nota del MIUR n. 10554 del 9/10/2013, che in caso di  sblocco degli anni 2012 e 2013, l’anzianità dovrà essere rivalutata non solo ai fini della ricostruzione di carriera ma anche ai fini dell’aggiornamento dei prospetti per la riliquidazione delle pensioni e del trattamento di fine servizio.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads