Diritto alla pensione anticipata (ovvero tenuto conto dell’anzianità contributiva) nel 2017 all’età di 65 anni, con decorrenza 1/9/2017

Salvatore – Buongiorno, sono un docente itp di laboratorio di elettrotecnica Scuola Statale Secondaria di II grado.  Sono nato il 21/02/1952 e il 31/8/2014 avrò 39a 9m di anzianità. Quando potrò andare in pensione anticipata? perderò molto ai fini economici? In subordine con quanti anni di anzianità e che età per la pensione di vecchiaia atteso che ancora esista?

 FP

Gentile Salvatore,

in riferimento alla sua richiesta si chiarisce quanto segue:

la Legge n. 214 del 22/12/2011 – Legge “Fornero”, ha abolito i requisiti per accedere alla Pensione di Azianità (40 anni di contributi o quote), ed ha introdotto la Pensione Anticipata (tenendo conto dei contributi) ed ha rivisto i requisiti per la Pensione di Vecchiaia (tenendo conto dell’età).

Requisiti previsti per la pensione di Vecchiaia:

– dal 01/01/2013 al 31/12/2015        66 anni e 3 mesi

– dal 01/01/2016 al 31/12/2018        66 anni e 7 mesi

Per effetto dei suddetti requisiti  matura il diritto alla pensione di vecchiaia nel 2018 all’età di 66 anni e più.

Si precisa che nonostante il requisito (66 anni e 7 mesi) viene raggiunto a settembre 2018, la decorrenza della pensione è dal 1/9/2018.

Quanto appena affermato trova riscontro nell’art.  59, c.9 della L.449/97,  che consente l’accesso al pensionamento all’inizio del nuovo anno scolastico (rispettivamente 1° settembre) ancorché i requisiti prescritti vengano maturati entro il 31 dicembre del medesimo anno.

Requisiti previsti per la pensione Anticipata per gli uomini: 

–  dal 01/01/2013 al 31/12/2013         42 anni e 5 mesi

–  dal 01/01/2014 al 31/12/2015         42 anni e 6 mesi

–  dal 01/01/2016 al 31/12/2018         42 anni e 10 mesi

Per effetto dei suddetti requisiti e considerando  che al 31/8/2014 ha  39 anni e 9 mesi di anzianità contributiva, matura il diritto alla pensione anticipata (ovvero tenuto conto dell’anzianità contributiva)  nel 2017 all’età di 65 anni, con decorrenza 1/9/2017.

Inoltre,  vista l’età anagrafica, non si incorrerebbe nella penalizzazione prevista dalla Legge “Fornero” che colpisce chi va in pensione prima dei 62 anni secondo i requisiti della pensione anticipata.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads