Proroga per gli scrutini per la docente in maternità in servizio in due scuole. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Una supplente con contratto N01 – supplenza breve fino al 07/06/2014 con varie proroghe a partire da sett. 2013 nominata su una docente in maternità obbligatoria suppl. al 30/06/2014 che dopo la maternità ha preso il congedo parentale fino al 07/06/2014, quindi non è rientrata ancora in servizio da settembre 2013. Domanda : la supplente nominata fino al 07/06/2014 si mette in astensione obblig. per compl. gestaz. quindi il contratto fino al 07/06/2014 pagato dalla scuola deve essere rettificato con scadenza fino al giorno prima dell’astensione obblig. per compl. gestaz.li e da tale assenza sarà fatto un nuovo contrato pagato dalla Ragioneria Terr.le dello Stato – codice N16 –  fino al termine degli scrutini finali, considerato che la docente supplente al 30/06 non è ancora rientrata in servizio oppure fino al 07/06/2014 termine delle lezioni ?

si fa presente inoltre che la docente fino al 07/06 che si è messa in maternità anticipata ha un contratto per n.11 ore presso il nostro Istituto e n.8 ore fino al 30/06 presso un altro istituto = in tutto 19 ore fino al 07/06 aveva quindi un contratto di supplenza breve con un ora aggiuntiva Domanda : il contratto durante il periodo di astens. obbligatoria per compl. gestaz.li che va pagato fino al termine degli scrutini finali senza interruzione deve essere stipulato anche per l’ora aggiuntiva ?

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

questa la istituzione di cui al quesito:

  • docente titolare assente perché in congedo obbligatorio e attualmente in congedo parentale  (diverso quindi da quello di maternità). La sua assenza rientra nell’art. 37 del CCNL/2007;
  • docente supplente A assume servizio con contratto fino al termine delle lezioni (7/6) ma ora in interdizione per gravi complicanze della gestazione.

Tale ultimo docente ha però un completamento orario con altra scuola: nella vostra di 11 ore e di 8 presso altro istituto fino al 30/6.

Soluzione

Ai sensi degli artt. 12 e  37 del CCNL/2007 la docente supplente in questione ha diritto ad un contratto, senza interruzioni, dall’8 giugno fino al giorno dell’ultimo scrutinio e indipendentemente da quando quest’ultimo si svolgerà.

Pertanto, avrà un iniziale contratto fino all’ultimo giorno di lezione, poi dal giorno successivo fino al giorno degli scrutini (es. se lo scrutinio è il 13, il contratto sarà dall’8 al 13 senza interruzioni). Si precisa che se la docente è in servizio in una terza media il contratto dovrà essere fatto anche per gli esami (anche in questo caso senza interruzioni). La supplenza è di competenza diretta del Tesoro in quanto docente collocata in congedo di maternità.

Il vostro compito finisce qui.

Non potete infatti effettuare alla docente un contratto di indennità fuori nomina dal giorno successivo agli scrutini perché la docente ha nel frattempo un contratto con altra scuola fino al 30/6.

Dal momento infatti che non è possibile percepire per lo stesso periodo un’indennità di maternità in costanza di nomina e una fuori nomina, sarà poi compito della scuola in cui la docente è in servizio fino al 30/6 disporre tale indennità fuori nomina a partire dal 1 luglio. Ovviamente tale indennità, gestita dall’ultima scuola, sarà poi disposta a seconda dei certificati che a mano a mano la docente produrrà (ogni volta dovrà infatti effettuare la procedura presso l’asl fino all’inizio del congedo obbligatorio).

Posted on by nella categoria Supplenze, Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads