Immissione in ruolo: Sanzioni per la mancata presa di servizio

Rossella – sono stata immessa in ruolo con nomina giuridica il 1 settembre 2013 e  con decorrenza economica da settembre 2014. Sono stata confermata come  sede di servizio nella scuola dove ho insegnato negli ultimi tre anni.  Ho chiesto al Preside tre giorni per motivi familiari 1,2,3, settembre,  chiedendo di prendere servizio il 4 settembre. La segreteria mi ha  risposto per lui che è impossibile perchè dovrò prendere servizio per la  decorrenza economica. Non ci sono casi in cui è possibile prorogare di  qualche giorno? Io ho proprio bisogno per problemi di salute dei miei  genitori anziani dei quali però non ho la 104 e in quei giorni dovrei  assolutamente essere in Sicilia. Come posso fare?

Paolo Pizzo – Gentilissima Rossella,

ai sensi dell’art. 436 (Nomina ed assegnazione della sede) del T.U. 297/94:

“Il personale, che ha accettato la nomina con l’assegnazione della sede, decade da eventuali precedenti impieghi pubblici di ruolo e non di ruolo, con effetto dalla data stabilita per l’assunzione del servizio. La cattedra o il posto precedentemente occupato è immediatamente disponibile a tutti gli effetti, qualora trattasi di personale contemplato dal presente testo unico.
Decade parimenti dalla nomina il personale, che, pur avendola accettata, non assume servizio SENZA GIUSTIFICATO MOTIVO entro il termine stabilito”.

“Senza giustificato motivo”…

Dal momento che tale dicitura è a mio avviso interpretabile o comunque “debole”, il consiglio è quello di presentare una certificazione che giustifichi la mancata presa di servizio ovvero un’obiettiva documentazione da far pervenire alla scuola anche con qualche giorno di anticipo rispetto l’1 settembre (a meno che l’origine dell’impedimento non coincide con l’1).

Posted on by nella categoria Immissioni in ruolo
Versione stampabile
ads ads