Riduzione orario per allattamento durante il periodo di sospensione delle lezioni

Scuola – Buongiorno. Ho il seguente quesito da porre Docente in astensione obbligatoria rientra il 13 giugno e quindi rimanere a disposizione . Ha sei ore di insegnamento presso questo Istituto e 12 presso un altro. Ha richiesto l’allattamento. A quante ore avrebbe diritto ? Può essere utilizzata per gli Esami di Stato nel caso mancasse un docente e quindi per quale orario? Grazie.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

come detto in altre occasioni la normativa di riferimento è l’art. 39 del Decreto Lgs.vo 151/2001 (Testo Unico maternità/paternità).

Ai sensi di tale art. le lavoratrici madri hanno diritto, fino al compimento del primo anno del bambino, a fruire di:

  • 2 ore giornaliere di permesso, se l’orario giornaliero di servizio è pari o superiore a 6 ore;
  • 1 ora giornaliera di permesso, se l’orario giornaliero di servizio è inferiore a 6 ore.

Per “orario giornaliero” deve intendersi necessariamente qualsiasi impegno del docente, senza quindi nessuna esclusione del periodo dopo il termine delle lezioni. Giova infatti ricordare che anche le ore funzionali all’insegnamento, pur non rientrando nel monte ore settimanale del docente, sono considerate ore di “lavoro” e pertanto rientrano nel caso in questione.

Il diritto in capo al lavoratore è infatti di tipo potestativo, senza possibilità di un provvedimento di diniego da parte del Dirigente.

Ora, dal momento che tali impegni rientrano in un piano delle attività prestabilito, bisognerà individuare l’impegno della docente e le ore di lavoro giornaliero, che sicuramente saranno inferiori alle 6 ore.

Se alcuni impegni coincideranno tra le due scuole, la docente dovrà mettersi d’accordo con i relativi dirigenti per effettuare la riduzione. Quando non coincidono, viene da sé che la riduzione sarà di un’ora al giorno.

Per il periodo degli esami alla docente non è preclusa la sostituzione, sarà comunque un suo diritto stabilire un accordo preventivo con il presidente di commissione.

Posted on by nella categoria Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads